Rilasciata Debian 7.0 Wheezy

4 Maggio 2013

Dopo mesi di costante sviluppo, il progetto Debian è orgoglioso di presentare la propria nuova versione stabile 7.0 (nome in codice Wheezy).
Questa nuova versione di Debian comprende svariate caratteristiche interessanti come il supporto multiarchitettura, vari strumenti specifici per la creazione di cloud private, migliorie nell'installatore e un set completo di codec e programmi multimediali che eliminano la necessità di usare repository di terze parti.

Il supporto multiarchitettura, uno dei principali obiettivi per il rilascio di Wheezy, consentirà agli utenti Debian di installare pacchetti creati per architetture diverse sulla stessa macchina. Quindi ora si può, per la prima volta, installare sulla medesima macchina pacchetti creati per le architetture 32 e 64 bit e avere le relative dipendenze risolte automaticamente nel modo corretto.

Il processo di installazione è stato ampiamente migliorato: Debian può ora essere installata usando la sintesi vocale, utile per le persone affette da disabilità visive che non usano un dispositivo Braille. Grazie al lavoro congiunto di un gran numero di traduttori, il sistema di installazione è disponibile in 73 lingue, delle quali più di una dozzina è disponibile anche sotto forma di sintesi vocale.
Inoltre, per la prima volta, Debian supporta l'installazione e l'avvio usando UEFI per i nuovi computer a 64-bit (amd64), nonostante non sia ancora disponibile il supporto per Secure Boot.

Questo rilascio include le versioni aggiornate di molti programmi, tra i quali:

Grazie a quest'ampia scelta di pacchetti, Debian ancora una volta rimane fedele al proprio obiettivo di essere il sistema operativo universale. Questo la rende adatta a molti utilizzi: dai sistemi desktop ai netbook, dai server ai cluster e per i server di database, web o storage. Allo stesso tempo, l'installazione automatica e i test di aggiornamento per tutti i pacchetti nell'archivio Debian assicurano che Wheezy soddisfi le aspettative che gli utenti ripongono in un rilascio stabile di Debian: elevata solidità e test rigorosi.

Debian funziona su dispositivi di ogni tipo, dai palmari ai supercomputer. Supporta inoltre un totale di nove architetture: 32-bit PC / Intel IA-32 (i386), 64-bit PC / Intel EM64T / x86-64 (amd64), Motorola/IBM PowerPC (powerpc), Sun/Oracle SPARC (sparc), MIPS (mips (big-endian) e mipsel (little-endian)), Intel Itanium (ia64), IBM S/390 (31-bit s390 e 64-bit s390x) e ARM EABI (armel per l'hardware più vecchio e armhf per quello più recente che utilizza il floating-point via hardware).

Curiosi di provarla?
Per chi volesse provarla senza doverla installare, sono disponibili delle immagini speciali, note come immagini live, utilizzabili mediante CD, supporto USB o boot da rete. Inizialmente queste immagini verranno fornite solo per le architetture amd64 e i386. È inoltre possibile usare le immagini live per installare Debian. Per maggiori informazioni si può consultare l'home page di Debian Live.

Se invece si vuole installarla direttamente, è possibile scegliere tra diversi supporti di installazione, come i dischi Blu-ray, i DVD, i CD e i supporti USB oppure installarla dalla rete. I vari ambienti desktop (GNOME, KDE Plasma Desktop e Applications, Xfce e LXDE) possono essere installati grazie alle immagini CD: basterà scegliere nel menu di avvio del CD/DVD quello che si preferisce. Sono inoltre disponibili i CD e DVD multi-architettura che supportano il processo di installazione per più architetture da un singolo disco. Infine, è anche possibile creare un dispositivo USB avviabile (si veda la guida all'installazione per maggiori dettagli).

Le immagini per l'installazione sono scaricabili via BitTorrent (metodo consigliato), jigdo o HTTP; si consulti la pagina Debian su CD per ulteriori informazioni. Inoltre, i supporti DVD, CD-ROM e Blu-ray saranno presto disponibili tramite i numerosi fornitori.

Siete già degli utenti Debian soddisfatti e volete solo aggiornarla?
Gli aggiornamenti a Debian 7.0 dal precedente rilascio, Debian 6.0 (nome in codice Squeeze), sono per la maggior parte dei casi gestiti automaticamente dallo strumento di amministrazione apt-get. Come sempre, i sistemi Debian possono essere aggiornati senza fatica o interruzioni di servizio, tuttavia è fortemente consigliata la lettura delle note di rilascio oltre alla guida all'installazione per eventuali problemi e istruzioni dettagliate sull'installazione e l'aggiornamento. Le note di rilascio saranno ulteriormente migliorate e tradotte in altre lingue nelle settimane successive al rilascio.

Informazioni su Debian

Debian è un sistema operativo libero, sviluppato da migliaia di volontari da tutto il mondo che collaborano tramite internet. I punti di forza essenziali del progetto Debian sono la sua base di volontari, la sua dedizione al Contratto Sociale di Debian e al software libero e il suo impegno per fornire il miglior sistema operativo possibile. Debian 7.0 rappresenta un ulteriore importante passo in questa direzione.

Contatti

Per ulteriori informazioni, visita il sito web all'indirizzo http://www.debian.org/ oppure invia una email a <press@debian.org>.