Debian Project News - 18 Marzo 2013

Benvenuti nel sesto numero di quest'anno della DPN, la newsletter della comunità Debian. In questa edizione troviamo:

Aggiornata Debian Edu Squeeze

Holger Levsen ha annunciato il primo aggiornamento di Debian Edu Squeeze dal suo rilascio iniziale. Holger ha spiegato che questo aggiornamento contiene tutte le modifiche tra Debian 6.0.4 e 6.0.7, così come correzioni di bug e miglioramenti specifici per Debian Edu. Le immagini dell'installatore aggiornate sono disponibili per lo scaricamento.

Campagna per l'elezione del DPL

È ufficialmente iniziata la campagna di quest'anno per l'elezione del DPL. I candidati in corsa per la DPL di quest'anno sono tre: Moray Allan, Gergely Nagy e Lucas Nussbaum. Il dibattito è già abbastanza vivace sulla mailing list debian-vote, ove la gente può porre domande ai candidati relativamente ai loro programmi. Finora i principali temi discussi sono stati: il problema del reclutamento di nuovi collaboratori e del loro mentoring; l'impiego del denaro di Debian e la possibilità di campagne per la raccolta di fondi per migliorare l'infrastruttura hardware centrale di Debian; i possibili cambiamenti al ruolo istituzionale del DPL, come ad esempio la creazione di un consiglio del DPL o la la modifica della durata del mandato.
La campagna si concluderà il 30 marzo e sarà seguita da un periodo di due settimane per le votazioni. Questi primi giorni della campagna elettorale 2013 per il DPL sono stati molto intensi; da semplice elettore, sto lottando per tenere il passo con la coda dei messaggi di debian-vote. Eppure, è incredibilmente piacevole vedere una battaglia democratica di questo tipo tra dei volontari desiderosi di offrire il loro tempo libero come DPL. Il volontariato nel software libero è in ottima salute, a quanto pare, ha dichiarato Stefano Zacchiroli, DPL negli ultimi tre anni.

Uno sguardo più approfondito all'interno del freeze

Lisandro Damián Nicanor Pérez Meyer ha scritto sul proprio blog riguardo la propria esperienza nel freeze di Debian in quanto sviluppatore Debian. Lisandro, che è membro del team Qt/KDE, ha intensificato la propria attività durante il freeze: rivedendo le patch, applicandole e verificando le correzioni. Con l'aiuto di altre persone del team, Lisandro ha eseguito undici upload di Qt per renderlo pronto per il nuovo rilascio. L'autore spiega che, durante il freeze, la comunicazione all'interno del gruppo e con le altre squadre è fondamentale, in quanto le energie di tutti gli sviluppatori Debian sono focalizzate sul rilascio, e questo richiede parecchio coordinamento. E il team che, durante il freeze, viene sottoposto alla maggiore fatica, è il team di rilascio. Dall'esterno, la comunicazione con il team di rilascio era una sorta di "arte speciale", e certamente non semplice, ha spiegato Lisandro, che elenca poi alcuni suggerimenti utili per comunicare in modo efficace con il team di rilascio.

Kali Linux: una nuova derivata di Debian per test di penetrazione

Raphaël Hertzog ha scritto sul proprio blog della nascita di Kali Linux 1.0, una nuova derivata di Debian sviluppata da Offensive Security per essere una distribuzione stabile e avanzata per effettuare test di penetrazione.
Mati Aharoni, principale sviluppatore di Kali, ha spiegato che Debian fornisce una base affidabile per costruire una nuova distribuzione e può anche essere facilmente personalizzata per aggiungere caratteristiche avanzate, grazie alle distribuzioni unstable ed experimental. Raphaël, che ha aiutato il team di Kali nell'impostare la loro infrastruttura tecnica come una reale derivata di Debian, ha anche aggiunto che non solo la maggior parte delle applicazioni di Kali sarà integrata in Debian, ma che Offensive Security è anche disposta a dedicare un nodo del proprio cluster armhf a Debian per un proprio utilizzo.

Altre notizie

Lucas Nussbaum ha pubblicato alcune statistiche circa i cambiamenti nella pacchettizzazione e nella struttura di Debian dopo il 2005 in base ai dati raccolti da snapshot.debian.org. La maggior parte del software in Debian è ora mantenuta da parte di gruppi tramite un repository VCS (per lo più Git) e pacchettizzato utilizzando dh.

Luca Falavigna ha scritto sul proprio blog riguardo alla propria esperienza in uno dei principali gruppi di Debian: il team FTP.

Secondo l'Ultimate Debian Database (UDD), i primi 10 risolutori di bug RC del mese di marzo sono stati:

  1. Michael Gilbert
  2. LaMont Jones
  3. Julien Cristau
  4. Ludovico Cavedon
  5. Raphaël Hertzog
  6. Gregor Herrmann
  7. Sebastian Ramacher
  8. Abou Al Montacir
  9. Arno Töll
  10. Sébastien Villemot

Complimenti!
Maggiori informazioni su questi dati sono disponibili in questa email.

Prossimi eventi

C'è un solo evento relativo a Debian:

È possibile ottenere maggiori informazioni su eventi e seminari relativi a Debian nella sezione eventi del sito, oppure iscrivendosi ad una delle mailing list regionali sugli eventi: Europa, Olanda, Sud America, Nord America.

Vorresti organizzare uno stand Debian o una festa di installazione Debian? Sei a conoscenza di altri eventi su Debian che si svolgeranno a breve? Hai tenuto un intervento su Debian e ti piacerebbe che lo aggiungessimo alla nostra pagina dei talk? Invia una mail al team eventi di Debian.

Nuovi contributori Debian

Dall'ultimo rilascio di Debian Project News, un candidato è stato accettato come Debian Developer e due candidati sono stati accettati come Debian Maintainer. Un grande benvenuto a Balint Reczey, Alexander Chernyakhovsky ed Alexandre Raymond nel nostro progetto!

Statistiche sui bug critici per il rilascio nella prossima versione di Debian

Secondo l'interfaccia di ricerca dei bug di Ultimate Debian Database, la prossima release, Debian Wheezy, è al momento affetta da 115 bug critici per il rilascio. Se si ignorano i bug facilmente risolvibili o in via di risoluzione, rimangono approssimativamente 74 bug critici da risolvere affinché sia possibile il rilascio.

È anche disponibile una statistica più dettagliata, così come alcuni suggerimenti su come interpretare questi numeri.

Bollettini di sicurezza importanti

Di recente, il team per la sicurezza di Debian ha diffuso degli avvisi di sicurezza riguardanti, tra gli altri, questi pacchetti: apache2, openafs, php5, zoneminder, perl, sudo, puppet, wireshark, inetutils, typo3-src, firebird2.1, firebird2.5, lighttpd e libvirt. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Si noti, inoltre, che questa è solo una selezione dei bollettini di sicurezza più importanti delle ultime settimane. Per essere costantemente aggiornati circa gli avvisi di sicurezza rilasciati dal team per la sicurezza, è necessario iscriversi alla mailing list degli annunci di sicurezza (e, separatamente, alla mailing list backport e alla mailing list degli aggiornamenti della distribuzione stabile).

Pacchetti nuovi e degni di nota

16 sono stati aggiunti recentemente all'archivio unstable di Debian.Tra gli altri :

Pacchetti che necessitano di lavoro

Al momento 496 pacchetti sono orfani e 142 possono essere adottati: è possibile consultare la lista completa dei pacchetti che hanno bisogno di aiuto.

Vuoi continuare a leggere la DPN?

Aiutaci a creare questa newsletter: abbiamo bisogno di altri scrittori volontari che osservino la comunità Debian e ci facciano sapere cosa sta succedendo. Visita la pagina del progetto per sapere come contribuire. Non vediamo l'ora di ricevere una tua email alla mailing list debian-publicity@lists.debian.org.


Per ricevere ogni due settimane nella propria casella di posta elettronica il notiziario, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Project News sono Moray Allan, Cédric Boutillier, Francesca Ciceri e Justin B Rye.
Traduzione di Giuliano Bordonaro.