Debian Project News - 1 Dicembre 2014

Benvenuti nel sedicesimo numero di quest'anno della DPN, la newsletter della comunità Debian. In questa edizione troviamo:

DebConf15 accoglie i suoi primi undici sponsor!

Ogni anno, durante gli ultimi 14 anni, Debian ha tenuto una conferenza annuale per sviluppatori ed utenti. Il prossimo anno, DebConf15 si terrà a Heidelberg, in Germania, nel mese di agosto del 2015. Da metà novembre nove aziende hanno già deciso di sponsorizzare l'evento, e due altre si sono aggiunte in seguito: credativ, sipgate, Matanel Foundation, Google, Fairsight Security, Martin Alfke / Buero 2.0, Ubuntu, Mirantis, Logilab, Netways e Hetzner. Se foste a conoscenza di un'organizzazione che volesse diventare uno degli sponsor per l'evento, il team DebConf vi invita a dare un'occhiata alla brochure sulla sponsorizzazione, che contiene tutti i dettagli. Ci aspettiamo una grande conferenza!

Debian in esecuzione su una calcolatrice grafica

In rete c'è un articolo interessante di hackaday.com sull'utilizzo di Debian e la sua esecuzione su una calcolatrice grafica. La compilazione è stata fatta utilizzando gli strumenti open source disponibili e un emulatore ARM, poi è stata caricata sul dispositivo. Ivoah, dei forum omnimaga, condivide i dettagli e un how-to più approfondito, insieme con un video postato sul blog.

Voto sulla risoluzione generale sull'accoppiamento del sistema di init

La comunità degli sviluppatori Debian ha votato e deciso che non è necessaria una risoluzione generale sull'accoppiamento del sistema di init. La Risoluzione generale init system coupling era stata proposta in risposta ad una decisione del Comitato tecnico di scegliere systemd come sistema di init predefinito per le architetture Linux. Tra le 5 opzioni disponibili per il voto, l'opzione n° 4 "Non è richiesta una risoluzione generale" ha vinto la votazione.

Pillole dal team Debian Med

Il numero di versione dei metapacchetti debian-med è stato portato a 1.99 come segnale che si prevede di rilasciare la versione 2.0 con Jessie. Questa versione contiene, per la prima volta, una parte della gestione dei sistemi informativi ospedalieri (HIS).

Il team ha lavorato duramente per attivare delle licenze libere secondo le DFSG, e poter trasferire pacchetti da non-free a main; è stato in continuo contatto con l'autore di PHYLIP, Joe Felsenstein, che ha felicemente deciso di passare a una licenza libera per PHYLIP, che verrà rilasciato nel mese di settembre sotto una licenza BSD-2-Clause. L'impegno dei membri del team per il cambio di licenza dimostra che è possibile ottenere dei cambiamenti positivi nelle licenze che sono a beneficio di tutti, ed essi sperano che il loro approccio possa essere utilizzato in situazioni analoghe.

Il team è anche coinvolto in un articolo che troverete sul sito BioMed Central. Il titolo sarà Community-driven development for computational biology at Sprints, Hackathons and Codefests.

Da ultimo, il team Debian Med farà il Calendario dell'Avvento del Bug Squashing. Sentitevi liberi di unirvi al team nel loro, e vostro, impegno nello sterminio dei bug in cui verranno chiuse delle anomalie.

Terza relazione di Freexian sul Supporto a Lungo Termine di Debian (LTS)

Il Supporto a Lungo Termine (LTS, Long Term Support) è lo sforzo congiunto di collaboratori pagati e sponsor per poter continuare il sostegno al ciclo di rilascio di oldstable (Squeeze). Durante il mese di ottobre 2014, sono state assegnate 13,75 ore a 3 collaboratori: Thorsten Alteholz, Raphaël Hertzog, e Holger Levsen. Lo sforzo ha fatto guadagnare due nuovi sponsor: Daevel e FOSSter, e ci sono adesso 45,5 ore di lavoro retribuito LTS da impegnare ogni mese. Si tratta di grandi novità e progressi, ma ancora ben lontani dall' obiettivo minimo di finanziare l'equivalente di una posizione part-time. Nel caso in cui l'arretrato crescesse ulteriormente, dovranno cercare più collaboratori a pagamento per condividere il carico di lavoro.

In totale il file dla-needed.txt elenca 33 pacchetti in attesa di un aggiornamento, cioè 6 in meno rispetto al mese precedente; l'elenco delle vulnerabilità aperte in Squeeze mostrava circa 60 pacchetti affetti in totale, il che si spiega con il triaging CVE per Squeeze che non era stato fatto recentemente, e con i problemi POODLE con SSLv3 che affliggono un gran numero di pacchetti.

Non è mai troppo tardi per unirsi al crescente elenco degli sponsor. LTS chiede che utenti e parti interessate provino a chiedere alla propria azienda e ai propri capi di aiutare lo sforzo attraverso sponsorizzazioni. Se ciò non fosse possibile quest'anno, considerare l'inserimento di questo lavoro e del sostegno nel bilancio per il prossimo anno.

Il tag Newcomer nel BTS

Don Armstong ci aggiorna riguardo a un nuovo tag del BTS: newcomer. Alcuni di voi potrebbero già essere a conoscenza del tag gift, che è usato da un po' per indicare i bug adatti per i nuovi collaboratori, da utilizzare come un punto di ingresso per lavorare su pacchetti specifici. Il tag newcomer è stato aggiunto come equivalente con un nome più appropriato ed è stata aggiornata la documentazione del BTS.

Tutti i bug marcati in precedenza con il tag gift sono stati contrassegnati con il nuovo tag newcomer.

Se avete dei bug in un vostro pacchetto che pensate potrebbero essere l'ideale per dei nuovi contributori di Debian, o avete un pacchetto da correggere, siete pregati di contrassegnarli come newcomer. Se siete ai primi passi in Debian, e volete lavorare su dei bug da risolvere, cercate il tag newcomer, prendete il timone e contribuite a Debian.

Outreach Program for Women di FOSS

Stefano Zacchiroli e Don Armstrong hanno annunciato Virginia King e Jingie Jiang come 2 delle 3 stagiste frutto della partecipazione di Debian all'Outreach Program for Women di FOSS.

A partire dal 9 dicembre sino al 9 marzo Virginia lavorerà per migliorare la documentazione del sistema di tracciamento dei bug di Debian, e Jinjie lavorerà su Debsources. Benvenute a bordo!

Risultati dello sprint del Release Team

Jonathan Wiltshire ci aggiorna sui risultati dello sprint del Release Team. Quattro giorni dopo la data di freeze, il 5 novembre 2014, avevano esaminato 162 richieste di sblocco. Di queste, 17 richiedevano ulteriori informazioni da parte degli autori della richiesta.

Il team è alla ricerca di patch e di redattori per le note di rilascio, in particolare per: le modifiche al sistema init, come scegliere prima dell'aggiornamento, pro e contro dell'aggiornamento e la cessazione del supporto per i486.

Sono stati scelti i nomi in codice per le prossime versioni: Debian 9 Stretch e Debian 10 Buster.

Cyril Brulebois sta coordinando la creazione della grafica artistica per Jessie, e si aspetta che sia pronta prima delle vacanze. La grafica artistica per Jessie è disponibile per la visualizzazione, con i ringraziamenti a tutti i molti collaboratori che hanno dato il proprio contributo.

Il team chiede di effettuare le prove di aggiornamento da Wheezy a Jessie, e di documentare la propria esperienza con segnalazioni sullo pseudo-pacchetto upgrade-reports. Saranno gradite anche le prove di nuove installazioni, con i rapporti tramite installation-reports.

arm64 e ppc64el hanno compiuto progressi sufficienti per essere incluse nelle architetture di rilascio per Jessie. Le regressioni per arm64 e ppc64el sono ora critiche per il rilascio, ma le non regressioni non lo sono.

Il team ha discusso su kFreeBSD a lungo, ma non è convinto che un rilascio con Jessie sarebbe di qualità sufficiente. Come risultato stanno per toglierla come architettura ufficiale di rilascio. Si augurano che gli autori del port siano in grado di creare un rilascio simultaneo non ufficiale.

Allegria e sanità mentale in Debian

A Enrico Zini è stato chiesto: Sta succedendo qualcosa in Debian oltre a systemd?. Naturalmente sì, ha pensato. Il freeze è avvenuto entro il tempo previsto e con un bassissimo numero di bug RC, e molto altro sta accadendo. Per dimostrarlo, e per rispondere onestamente alla domanda, ha creato un documento gobby riguardante le cose allegre e la sanità mentale in Debian, poi ha passato il collegamento in giro in IRC e alla Miniconf Cambridge 2014. Ha condiviso alcune delle ottime risposte.

Note sulla Mini-DebConf di Cambridge

Steve McIntyre ha riferito sulla seconda Mini-DebConf tenutasi a Cambridge, Regno Unito, presso gli uffici di ARM. Gli sprint di lavoro erano programmati per giovedi e venerdì su una serie di temi riguardanti Debian: installatore, amministrazione, supporto dell'architettura ARM, ecc. Erano anche a disposizione diversi volontari del team video DebConf, perciò le relazioni sono state registrate e sono online.

La Mini-DebConf è andata bene e il feedback dai partecipanti è stato totalmente positivo. Steve afferma che si potrebbe ripetere l'anno prossimo ma, ancora più importante, conferma che è definitivamente in programma l'offerta di ospitare una DebConf completa a Cambridge, nell'estate del 2017.

Relazione finale sulla DebConf14

La relazione finale sulla DebConf14 è stata rilasciata, eccone alcuni stralci:

Le presentazioni e le discussioni delle DebConf sono importanti opportunità per sollevare nuove proposte per lo sviluppo, per informare gli altri contributori sui progressi della tecnica che essi possono realizzare nel loro lavoro e, ultimo ma non meno importante, per gestire l'ampia cooperazione richiesta per ogni nuovo rilascio di Debian.

DebConf è un'oasi per chi ha bisogno di trovare del tempo per lavorare senza interruzioni su Debian nel proprio normale orario.

I momenti più importanti hanno incluso anche l'intervento della Prof. Gabriella Coleman, una sessione Q&A con Linus Torvalds, interventi plenari da parte dell'ex leader del progetto Debian Stefano Zacchiroli, tempo per l'hacking, sessioni ad hoc, e incontri BOF. Team meno conosciuti vengono portati alla ribalta con informazioni e con le introduzioni del team video che cattura e mette a disposizione online molte delle presentazioni.

Debian Description Translation Project

Laura Arjona presenta una dettagliata panoramica su come tradurre le descrizioni dei pacchetti, come parte del progetto Debian Description Translation Project (DDTP). È qualcosa che chiunque può fare senza dover avere una grande conoscenza di strumenti di traduzione. La guida contiene suggerimenti, consigli, avvertimenti e una descrizione illustrata su come utilizzare l'interfaccia web.

Come far accettare nuovi pacchetti in stable

Vi siete mai chiesti come far accettare nuovi pacchetti in stable? Neil Williams descrive dettagliatamente in un post sul suo blog una guida molto utile che era stata pensata per essere una relazione alla Mini-DebConf di Cambridge, ma che ha deciso invece di condividere come utile strumento di riferimento per il futuro. Inizia con alcuni fondamenti di LAVA, e racconta come è stato in grado di ottenere la sua accettazione entro Jessie tramite l'upload, il lavoro con altri sviluppatori Debian, il supporto del team e la pazienza.

Bug Squashing Party LiMux a Monaco

Un bug squashing party (BSP) ha avuto luogo a Monaco di Baviera, in Germania, dal 21 al 23 novembre, sponsorizzato come ogni anno dal progetto LiMux. Diverse squadre sono state rappresentate da Debian, KDE PIM, Kubuntu, Kolab e LibreOffice. Ovidiu-Florin Bogdan ne ha riferito sul suo blog, e Jonathan Riddell ha scritto a proposito delle principali modifiche introdotte in Akonadi, delle modifiche al framework di KDE e dei temi Qt4 con Plasma 5.

DPN chiede: Radioamatori, cosa fate?

Debian è una comunità grande e globale costituita da un sacco di piccoli attori, progetti e squadre. Questo mese, come parte di una speciale caratteristica, vorremmo condividere con voi qualcosa su un progetto o su un team che opera in Debian che potreste ancora non conoscere.

Partendo da qui, abbiamo domandato al team Debian Ham-Radio: Radioamatori, cosa fate?

Ian Learmonth ha risposto: Il team Debian Hamradio Maintainer collabora per la manutenzione dei pacchetti radioamatoriali per Debian. Ciò include la pacchettizzazione, la scrittura della documentazione, la fornitura di traduzioni delle descrizioni e altro, per i pacchetti radioamatoriali.

Il team ha in programma di rilasciare una Debian Pure Blend per radioamatori con il rilascio di Stretch. In questo modo sarà più facile per gli utenti finali esplorare il software per radioamatori disponibile, e permetterà inoltre di fornire facilmente un live CD con tutto il software per i radioamatori già installato, per aiutare le persone che vogliono provare Debian ma non sono ancora preparate a installarlo sul proprio disco rigido.

Recentemente abbiamo avuto una serie di nuove adesioni al team, e queste nuove aggiunte sono in fase di mentoring da parte del team per addestrarli sul lavoro di pacchettizzazione di Debian. I team di pacchettizzazione possono essere un ottimo posto per fornire aiuto ai nuovi arrivati sulla pacchettizzazione e sappiamo che anche la persona che effettuerà il mentoring sarà interessata al pacchetto.

Altre notizie

Il trentasettesimo numero delle notizie assortite per sviluppatori è stato rilasciato, e copre i seguenti argomenti:

Nuovi contributori Debian

Dall'ultimo rilascio di Debian Project News, 2 persone sono state accettate come Debian Developer, altre 9 sono state accettate come Debian Maintainer e 9 hanno iniziato a manutenere pacchetti. Un grande benvenuto a Matteo F. Vescovi, Tássia Camões Araújo, Andrew Bartlett, Andreas Moog, Andriy Grytsenko, Fabian Greffrath, Hugo Lefeuvre, James Cowgill, Jordan Justen, Pierre Blanc, Ross Gammon, Rejah Rehim, Vincent Hourdin, Victor Fayvel, Shawn Sörbom, Darryl L. Pierce, Herbert Parentes Fortes Neto, Andreas Stührk, Dmitry Bogatov e Christopher Reichert nel nostro progetto!

Statistiche sui bug critici per il rilascio nella prossima versione di Debian

Secondo l'interfaccia di ricerca dei bug di Ultimate Debian Database, la prossima release, Debian Jessie, è al momento affetta da 274 bug critici per il rilascio. Se si ignorano i bug facilmente risolvibili o in via di risoluzione, rimangono approssimativamente 132 bug critici da risolvere affinché sia possibile il rilascio.

È anche disponibile una statistica più dettagliata, così come alcuni suggerimenti su come interpretare questi numeri.

Bollettini di sicurezza importanti

Di recente, il team per la sicurezza di Debian ha diffuso degli avvisi di sicurezza riguardanti, tra gli altri, questi pacchetti: file, libgcrypt11, php5, drupal7, wireshark, openjdk-6, libksba, ppp, openjdk-7, libvncserver, flac e mutt. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Il team responsabile del supporto a lungo termine (LTS) per Debian Squeeze, ha diffuso avvisi di sicurezza per i seguenti pacchetti: file, dbus, ruby1.8, nss, imagemagick, tomcat6, tomcat-native, libgcrypt11, php5, openjdk-6 e eglibc. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Il team Backport di Debian ha rilasciato avvisi di sicurezza per il pacchetto libreoffice. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Si noti, inoltre, che questa è solo una selezione dei bollettini di sicurezza più importanti delle ultime settimane. Per essere costantemente aggiornati circa gli avvisi di sicurezza rilasciati dal team per la sicurezza, è necessario iscriversi alla mailing list degli annunci di sicurezza (e, separatamente, alla mailing list backport, alla mailing list degli aggiornamenti della distribuzione stabile e alla mailing list degli aggiornamenti di sicurezza per il supporto a lungo termine).

Pacchetti nuovi e degni di nota

75 pacchetti sono stati aggiunti recentemente all'archivio di Debian unstable. Tra gli altri:

Pacchetti che necessitano di lavoro

Al momento 621 pacchetti sono orfani e 148 possono essere adottati: è possibile consultare la lista completa dei pacchetti che hanno bisogno di aiuto.

Vuoi continuare a leggere la DPN?

Aiutaci a creare questa newsletter: abbiamo bisogno di altri scrittori volontari che osservino la comunità Debian e ci facciano sapere cosa sta succedendo. Visita la pagina del progetto per sapere come contribuire. Non vediamo l'ora di ricevere una tua email alla mailing list debian-publicity@lists.debian.org.


Per ricevere ogni due settimane nella propria casella di posta elettronica il notiziario, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Project News sono Cédric Boutillier, Jean-Pierre Giraud, Donald Norwood e Justin B Rye.
Traduzione di Giuliano Bordonaro.