[ precedente ] [ Contenuti ] [ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ] [ 6 ] [ 7 ] [ 8 ] [ 9 ] [ 10 ] [ 11 ] [ 12 ] [ 13 ] [ 14 ] [ 15 ] [ 16 ] [ successivo ]


The Debian GNU/Linux FAQ
Capitolo 15 - Cambiamenti attesi nel prossimo rilascio principale di Debian


Con ogni nuovo rilascio il progetto Debian cerca di concentrarsi su un insieme di argomenti. Questi sono noti come "Obiettivi di rilascio" e sono tutti descritti in https://wiki.debian.org/ReleaseGoals/. Notare che le sezioni seguenti potrebbero non essere completamente aggiornate; fare riferimento al Wiki per maggiori informazioni e per lo stato aggiornato di questi obiettivi.


15.1 Rafforzare il sistema

È un obiettivo del progetto Debian assicurare che qualsiasi sistema installato sia rafforzato e sicuro contro gli attacchi. Ci sono diversi modi per ottenerlo che includono:

All of these are done in an ongoing basis. For the first item, a set of security hardening build flags that try to prevent known attacks such as stack smashing, predictable locations of values in memory, etc. is used. The target is to cover at least all packages that are part of the basic installation as well as packages that had to be updated through a Security Advisory since 2006. As of this writing, around 400 packages have been modified since this effort was first started. All the issues are tracked in the BTS.


15.2 Supporto esteso per gli utenti non-inglesi

Debian ha già un ottimo supporto per utenti non-inglesi, si veda Come supporta Debian le lingue diverse dall'inglese?, Sezione 5.9.

Ci si augura di trovare persone che forniscano supporto per ancora più lingue e che traducano programmi e documenti. Molti programmi e documenti specifici di Debian supportano già l'internazionalizzazione, così abbiamo bisogno di traduttori dei cataloghi dei messaggi. Tuttavia rimangono ancora programmi che devono essere correttamente internazionalizzati.

Il GNU Translation Project ftp://ftp.gnu.org/pub/gnu/ABOUT-NLS lavora sull'internazionalizzazione dei programmi GNU e diversi progetti, come gli ambienti desktop GNOME e KDE, hanno dei propri gruppi di traduzione. L'obiettivo di Debian non è quello di sostituire o ripetere il lavoro fatto da questi progetti; in verità Debian trae beneficio dal lavoro fatto dai traduttori in questi progetti. Tuttavia ci sono ancora molti programmi che non rientrano nell'ambito di questi progetti e che sono tradotti all'interno di Debian.

I precedenti rilasci di Debian si sono concentrati su aspetti come:


15.3 Miglioramenti nell'installatore Debian

È stato fatto molto lavoro sull'installatore Debian che ha portato a grandi miglioramenti. Ne citeremo qui solo due.

Avvio dell'installatore da Microsoft Windows: è ora possibile avviare l'installatore direttamente da Microsoft Windows senza bisogno di modificare le impostazioni del BIOS. All'inserimento di un CD-ROM, DVD-ROM o pennina USB, un programma eseguito automaticamente verrà avviato, offrendo una procedura passo-passo per avviare l'installatore Debian.


15.4 Più architetture

Complete Debian system on other architectures. Notice that even though some architectures are dropped for a given release, there still might be a way to install and upgrade using the latest sid.


15.5 Più kernel

In aggiunta a Debian GNU/Hurd, Debian sta facendo il port anche per i kernel BSD, in particolare per FreeBSD. Questo port gira sia su macchine AMD64 ("kfreebsd-amd64") sia su Intel tradizionali ("kfreebsd-i386").


[ precedente ] [ Contenuti ] [ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ] [ 6 ] [ 7 ] [ 8 ] [ 9 ] [ 10 ] [ 11 ] [ 12 ] [ 13 ] [ 14 ] [ 15 ] [ 16 ] [ successivo ]


The Debian GNU/Linux FAQ

versione 8.1, 28 August 2016

Gli autori sono elencati in Autori delle FAQ di Debian