Product SiteDocumentation Site

1.5. Il ruolo delle distribuzioni

Una distribuzione GNU/Linux ha due principali obiettivi: installare un sistema operativo libero su un computer (con o senza un sistema già esistente), e fornire una serie di pacchetti software che coprano tutte le esigenze dell'utilizzatore.

1.5.1. L'installatore: debian-installer

Il debian-installer, progettato per essere estremamente modulare in modo da essere il più generico possibile, risponde al primo requisito. Esso prende in considerazione una vasta gamma di situazioni di installazione ed in generale, facilita notevolmente la creazione di un installatore derivato dedicato ad un caso particolare.
Questa modularità, che lo rende anche molto complesso, potrebbe infastidire gli sviluppatori alla scoperta di questo strumento; ma che sia usato in modalità grafica o di testo, l'esperienza utente è comunque molto simile. Sono stati fatti grandi sforzi per ridurre il numero di campi da riempire, il che spiega l'inclusione del software di rilevamento automatico dell'hardware.
È interessante notare che le distribuzioni derivate da Debian differiscono notevolmente in questo aspetto, e forniscono installatori molto più limitati (spesso limitati all'architettura i386 o amd64), ma molto più semplici da usare per i neofiti. D'altra parte, di solito si evita di apportare troppe modifiche ai pacchetti standard di Debian, per beneficiare il più possibile dalla vasta gamma di software offerto senza causare problemi di compatibilità.

1.5.2. La raccolta software

Quantitativamente, Debian in questo senso è innegabilmente il leader, con oltre 21.000 pacchetti sorgenti. Qualitativamente, le policy di Debian e il lungo periodo di test prima del rilascio di una nuova versione stabile, giustificano la sua reputazione di coerenza e stabilità. Per quanto riguarda la disponibilità, tutto è disponibile on-line attraverso numerosi mirror aggiornati ogni sei ore.
Molti rivenditori vendono CD-ROM su Internet ad un prezzo molto basso (spesso al costo), le «immagini» dei quali sono in ogni caso liberamente disponibili per essere scaricate. C'è solo uno svantaggio: la bassa frequenza di rilasci di nuove versioni stabili (il loro sviluppo a volte richiede più di due anni), il che ritarda l'inserimento di nuovo software.
La maggior parte dei programmi di software libero viene inserita nella versione di sviluppo, il che permette loro di essere installati. Se questo non richiede troppi aggiornamenti dovuti alle loro dipendenze, i programmi stessi possono anche essere ricompilati per la versione stabile di Debian (vedere Capitolo 15, Creazione di un pacchetto Debian per maggiori informazioni su questo argomento).