Product SiteDocumentation Site

5.3. Struttura di un pacchetto sorgente

5.3.1. Formato

Un pacchetto sorgente è normalmente composto da tre file, un .dsc, un .orig.tar.gz e un .debian.tar.gz o .diff.gz. Essi permettono la creazione di pacchetti binari (i file .deb descritti precedentemente) per uno o più programmi dal loro codice sorgente, scritto in un linguaggio di programmazione.
Il file .dsc (Debian Source Control) è un breve file di testo che contiene un'intestazione RFC 2822 (proprio come il file control esaminato nella Sezione 5.2.1, «Descrizione: il file control») che descrive il pacchetto sorgente e indica quali altri file ne fanno parte. È firmato dal suo manutentore, il che garantisce la sua autenticità. Vedere la Sezione 6.5, «Controllare l'autenticità dei pacchetti» per ulteriori dettagli su questo argomento.

Esempio 5.1. Un file .dsc

-----BEGIN PGP SIGNED MESSAGE-----
Hash: SHA256

Format: 3.0 (quilt)
Source: zim
Binary: zim
Architecture: all
Version: 0.62-3
Maintainer: Emfox Zhou <emfox@debian.org>
Uploaders: Raphaël Hertzog <hertzog@debian.org>
Homepage: http://zim-wiki.org
Standards-Version: 3.9.6
Vcs-Browser: http://anonscm.debian.org/gitweb/?p=collab-maint/zim.git
Vcs-Git: git://anonscm.debian.org/collab-maint/zim.git
Build-Depends: debhelper (>= 9), xdg-utils, python (>= 2.6.6-3~), libgtk2.0-0 (>= 2.6), python-gtk2, python-xdg
Package-List:
 zim deb x11 optional arch=all
Checksums-Sha1:
 ad8de170826682323c10195b65b9f1243fd75637 1772246 zim_0.62.orig.tar.gz
 a4f70d6f7fb404022c9cc4870a4e62ea3ca08388 14768 zim_0.62-3.debian.tar.xz
Checksums-Sha256:
 19d62aebd2c1a92d84d80720c6c1dcdb779c39a2120468fed01b7f252511bdc2 1772246 zim_0.62.orig.tar.gz
 fc2e827e83897d5e33f152f124802c46c3c01c5158b75a8275a27833f1f6f1de 14768 zim_0.62-3.debian.tar.xz
Files:
 43419efba07f7086168442e3d698287a 1772246 zim_0.62.orig.tar.gz
 725a69663a6c2961f07673ae541298e4 14768 zim_0.62-3.debian.tar.xz

-----BEGIN PGP SIGNATURE-----
Version: GnuPG v2
Comment: Signed by Raphael Hertzog

iQEcBAEBCAAGBQJUR2jqAAoJEAOIHavrwpq5WFcH/RsdzCHc1oXXxHitU23hEqMj
T6ok29M1UFDJDowMXW75jQ1nT4WPUtvEGygkCHeoO/PvjEvB0sjU8GQlX+N9ddSB
aHfqfAYmVhADNGxrXQT5inZXUa8qGeeq2Sqf6YcWtsnuD56lDbvxkyf/XYopoIEl
oltfl05z/AI+vYsW482YrCz0fxNAKAvkyuPhDebYI8jnKWeAANoqmKpsNc/HYyvT
+ZiA5o57OiGdOKT6XGy3/FiF3dkHiRY8lXW7xdr1BbIgulwl9UmiUNwuxwOYbQO7
edtjiTJqOaFUA0x1zB/XGv5tHr1MjP8naT+kfVoVHTOox51CDbeu5D3DZY4imcY=
=Wtoa
-----END PGP SIGNATURE-----
Notare che anche il pacchetto sorgente ha delle dipendenze (Build-Depends) completamente distinte da quelle del pacchetto binario, dal momento che indicano gli strumenti richiesti per compilare il software in questione e costruire il suo pacchetto binario.
Il .orig.tar.gz è un archivio che contiene il codice sorgente del programma come fornito dallo sviluppatore originale. Ai manutentori dei pacchetti Debian viene chiesto di non modificare questo archivio in modo da poter facilmente verificare la fonte e l'integrità del file (con un semplice confronto con una somma di controllo) e per rispettare i desideri di alcuni autori.
.debian.tar.gz contiene tutte le modifiche fatte dal manutentore Debian, specialmente l'aggiunta della directory debian che contiene le istruzioni da eseguire per costruire un pacchetto Debian.

5.3.2. Uso con Debian

Il pacchetto sorgente è alla base di tutto in Debian. Tutti i pacchetti Debian provengono da un pacchetto sorgente e ogni modifica in un pacchetto Debian è la conseguenza di una modifica fatta al pacchetto sorgente. I manutentori Debian lavorano con i pacchetti sorgenti, conoscendo, però, le conseguenze delle loro azioni sui pacchetti binari. I frutti del loro lavoro si trovano, perciò, nei pacchetti sorgenti disponibili da Debian: si può facilmente tornare indietro e seguire ogni cosa.
Quando una nuova versione di un pacchetto (pacchetto sorgente e uno o più pacchetti binari) arriva su un server Debian, il pacchetto sorgente è il più importante. Infatti, sarà usato da una rete di macchine con architetture differenti per la compilazione delle varie architetture supportate da Debian. Il fatto che lo sviluppatore invii anche uno o più pacchetti binari per una data architettura (solitamente i386 o amd64) è relativamente non importante, dal momento che potrebbero anche essere stati generati automaticamente.