5.1. Avvio dell'installatore su Alpha

5.1.1. Console firmware su alpha

Il “Console firmware” è memorizzato all'interno di una memoria flash ed è eseguito quando un sistema Alpha viene acceso o riavviato. Esistono due diverse specifiche per la console dei sistemi Alpha e quindi ci sono due diverse classi di firmware disponibili:

  • Console SRM, basata sulla specifica Alpha Console Subsystem, fornisce un ambiente operativo per i sistemi operativi OpenVMS, Tru64 UNIX e Linux.

  • Console ARC, AlphaBIOS o ARCSBIOS, basate sulla specifica Advanced RISC Computing (ARC), fornisce un ambiente operativo per Windows NT.

Dal punto di vista dell'utente, la più importante differenza tra SRM e ARC è che la scelta della console limita i possibili schemi di partizionamento per il disco dal quale si avvia la macchina.

ARC richiede che si usi una tabella della partizioni MS-DOS (così come la crea cfdisk) per il disco di avvio. Per questo motivo le tabelle delle partizioni MS-DOS sono il formato “nativo” quando si avvia utilizzando ARC. Difatti, poiché AlphaBIOS contiene uno strumento per il partizionamento dei dischi, è possibile partizionare i dischi direttamente dal firmware prima di installare Linux.

D'altro canto, SRM è incompatibile[4] con la tabella delle partizioni in formato MS-DOS. Poiché Tru64 Unix usa il formato BSD disklabel, questo è quello “nativo” per le installazioni SRM.

GNU/Linux è il solo sistema operativo per Alpha che può essere avviato da entrambi i tipi di console, purtroppo Debian GNU/Linux 4.0 può essere avviato solo da sistemi SRM. Se si possiede un Alpha per cui non esiste una versione di SRM, se il sistema dovrà essere in dual-boot con Windows-NT oppure se il dispositivo di avvio richiede una console ARC per l'inizializzazione del BIOS allora non è possibile usare il sistema di installazione di Debian GNU/Linux 4.0. Si può comunque usare Debian GNU/Linux 4.0 su questi sistemi usando un supporto diverso per l'installazione; per esempio si può installare Debian Woody con MILO e poi fare un aggiornamento.

Poiché MILO non è disponibile per tutti i sistemi Alpha attualmente in produzioni (al febbraio 2000) e poiché non è più necessario comprare una licenza OpenVMS o Tru64 per avere il firmware SRM su gli Alpha più vecchi, si riccomanda l'uso di SRM quando possibile.

La tabella seguente riassume le combinazioni possibili di tipi di sistema/console (vedere Sezione 2.1.2, “CPU, schede madri e video supportate” per maggiori informazioni sui nomi dei tipi di sistema). La parola “ARC” denota le console aderenti alla specifica ARC.

Tipo di sistema Tipo di console supportata
alcor ARC o SRM
avanti ARC o SRM
book1 Solo SRM
cabriolet ARC o SRM
dp264 Solo SRM
eb164 ARC o SRM
eb64p ARC o SRM
eb66 ARC o SRM
eb66p ARC o SRM
jensen Solo SRM
lx164 ARC o SRM
miata ARC o SRM
mikasa ARC o SRM
mikasa-p Solo SRM
nautilus ARC (vedere il manuale della scheda madre) o SRM
noname ARC o SRM
noritake Solo SRM
noritake-p Solo SRM
pc164 ARC o SRM
rawhide Solo SRM
ruffian Solo ARC
sable Solo SRM
sable-g Solo SRM
sx164 ARC o SRM
takara ARC o SRM
xl Solo ARC
xlt Solo ARC

Normalmente nessuna di queste console è in grado di avviare Linux direttamente, quindi è necessario l'utilizzo di un bootloader intermedio. Con la console SRM si usa aboot, un bootloader piccolo e indipendente dalla piattaforma. Si consulti (l'ormai vecchio) SRM HOWTO per maggiori informazioni su aboot.

La maggior parte degli AlphaServer e tutti gli attuali server e workstation contengono i firmware SRM e AlphaBIOS. Per le macchine “half-flash” come le schede per prototipazione, è possibile passare da uno all'altro semplicemente riscrivendo il firmware nella memoria flash. Inoltre, una volta installato SRM, è possibile eseguire ARC/AlphaBIOS da un dischetto (usando il comandoarc). Per le ragioni appena elencate si raccomanda il passaggio a SRM prima di installare Debian GNU/Linux.

Come per le altre architetture si dovrebbe installare l'ultima revisione del firmware[5] prima di installare Debian GNU/Linux. Per Alpha è possibile ottenere gli aggiornamenti del firmware da Alpha Firmware Updates.

5.1.2. Avvio con TFTP

In SRM, le interfacce di rete ethernet sono chiamate con il prefisso ewa e sono elencate con il comando show dev, in maniera simile a quanto mostrato di seguito:

>>> show dev
ewa0.0.0.9.0               EWA0              08-00-2B-86-98-65
ewb0.0.0.11.0              EWB0              08-00-2B-86-98-54
ewc0.0.0.2002.0            EWC0              00-06-2B-01-32-B0

Per prima cosa si deve specificare il protocollo per l'avvio:

>>> set ewa0_protocols bootp

Successivamente si deve verificare che il tipo di supporto sia corretto:

>>> set ewa0_mode modalità

Si può ottenere un elenco delle modalità valide con >>>set ewa0_mode.

Infine, per avviare dalla prima interfaccia ethernet, si scriverà:

>>> boot ewa0 -flags ""

Questo avvierà utilizzando i parametri predefiniti per il kernel così come specificati nell'immagine netboot.

Se si vuole utilizzare una console seriale, si deve passare il parametro console= al kernel. Questo non può essere fatto con argomenti -flags al comando boot di SRM. I nomi delle porte seriali sono gli stessi dei corrispondenti device in /dev. Inoltre, quando si specificano dei parametri aggiuntivi del kernel, si devono ripetere alcune delle opzioni predefinite perché necessarie alle immagini debian-installer. Ad esempio per avviare da ewa0 e utilizzare una console sulla prima porta seriale, si scriverà:

>>> boot ewa0 -flags "root=/dev/ram ramdisk_size=16384 console=ttyS0"

5.1.3. Avvio da CD-ROM tramite console SRM

Nei CD d'installazione di Debian GNU/Linux sono incluse alcune opzioni d'avvio per le console VGA e seriali. Usare

>>> boot xxxx -flags 0

per l'avvio con una console VGA, dove xxxx è il lettore CD-ROM nella notazione di SRM. Per usare una console seriale collegata al primo device seriale, usare

>>> boot xxxx -flags 1

oppure, se la console è collegata alla seconda porta seriale, usare

>>> boot xxxx -flags 2



[4] In particolare, il formato del settore di avvio richiesto dalla Console Subsystem Specification non permette la memorizzazione di una tabella delle partizioni di tipo DOS.

[5] Con l'eccezione di Jensen, per il quale Linux non è supportato nelle versioni successive alla 1.7 — vedere http://www.alphalinux.org/faq/FAQ-9.html per altre informazioni.