8.5. Configurazione del sistema per la posta elettronica

Oggi l'email è una parte molto importante nella vita di molte persone. Ci sono molte opzioni da impostare; è molto importante che la posta sia configurata correttamente per alcuni programmi di utilità Debian; in questa sezione sono spiegati i concetti di base.

Un sistema di posta elettronica è composto da tre funzioni principali. La prima è il Mail User Agent (MUA), cioè il programma usato dagli utenti per scrivere e leggere la posta. Poi c'è un Mail Transfer Agent (MTA) che si occupa del trasferimento dei messaggi da un computer a un altro. Infine c'è un Mail Delivery Agent (MDA) che si occupa della consegna della posta in arrivo nelle caselle degli utenti.

Queste tre funzioni possono essere svolte da programmi diversi ma possono essere anche concentrate in uno o due programmi. È anche possibile che ognuna di queste funzioni sia svolta da programmi diversi a seconda della tipologia di posta.

Storicamente sui sistemi Linux e Unix un MUA molto popolare è mutt che, come la maggioranza dei programmi Linux tradizionali, è testuale. Spesso viene usato in combinazione con exim o sendmail come MTA e con procmail come MDA.

Con la crescente popolarità dei sistemi desktop grafici, l'uso di programmi di posta elettronica grafici come evolution per GNOME, kmail per KDE o thunderbird di Mozilla (in Debian è disponibile con nome icedove[13]) sta diventando molto comune. Questi programmi combinano le funzioni di MUA, MTA e MDA, ma possono essere, e spesso sono, usati in combinazione con i tradizionali strumenti Linux.

8.5.1. Configurazione predefinita della posta elettronica

Anche se si vuole usare un programma di posta grafico è importante che sul proprio sistema Linux sia installato e configurato correttamente anche un MTA/MDA tradizionale. Il motivo è che molte utilità in esecuzione sul sistema[14] usano la posta elettronica per inviare degli avvisi all'amministratore di sistema su (potenziali) problemi o modifiche.

Per questa ragione i pacchetti exim4 e mutt fanno parte dell'installazione predefinita (sono disponibili a meno che durante l'installazione non sia stato deselezionato il task “standard”). exim4 combina MTA e MDA, inoltre è relativamente piccolo e molto flessibile. Con la configurazione predefinita gestisce soltanto la posta locale al sistema e le email indirizzate all'amministratore (l'account root) sono consegnate all'utente normale creato durante l'installazione[15].

Alla consegna, le email di sistema vengono aggiunte a un file in /var/mail/nome_account e possono essere lette con mutt.

8.5.2. Invio di email all'esterno del sistema

Come detto in precedenza, dopo l'installazione, il sistema Debian è configurato solo per gestire la posta locale, non per l'invio e la ricezione della posta verso e da altri sistemi.

Se si vuole che exim4 gestisca la posta esterna, si consulti la prossima sezione nella quale sono illustrate le opzioni di configurazione diponibili. Si consiglia di fare dei test per essere sicuri che la posta sia inviata e ricevuta correttamente.

Se si vuole usare un programma di posta grafico e un server di posta fornito dal proprio ISP (Internet Service Provider) o dalla propria azienda, non è necessario configurare exim4 per la gestione della posta esterna. È sufficiente configurare il proprio programma grafico di posta preferito in modo che usi i server corretti per inviare e ricevere le email (questa configurazione non rientra nello scopo di questa guida).

Purtroppo, in questo caso, potrebbe essere necessario configurare i singoli programmi di utilità per l'invio delle email. Una di queste utilità è reportbug, un programma che semplifica l'invio di una segnalazione di bug nei pacchetti Debian, infatti la sua configurazione predefinita si aspetta di poter usare exim4 per la spedizione della segnalazione.

Per configurare reportbug in modo che usi un server di posta esterno usare il comando reportbug --configure e rispondere “no” alla domanda se è disponibile un MTA. Così facendo viene chiesto di specificare il server SMTP da usare per inviare le segnalazioni di bug.

8.5.3. Configurazione del MTA (Mail Transport Agent) Exim4

Se si vuole che il proprio sistema gestisca anche posta elettronica esterna, è necessario configurare il pacchetto exim4[16]:

# dpkg-reconfigure exim4-config

Con questo comando (da root), viene chiesto se si vuole spezzare la configurazione in più file. In caso di dubbi usare la risposta predefinita.

Poi vengono mostrati diversi scenari di posta molto comuni. Selezionare il tipo di configurazione che meglio rispecchia le proprie esigenze.

sito internet

Il sistema è connesso a una rete e la posta viene spedita e ricevuta direttamente con SMTP. Nelle schermate successive verranno poste altre domande per la configurazione, quali il nome di posta della macchina o un elenco di domini per i quali possa essere accettata o inoltrata la posta.

posta inviata tramite uno smarthost

In questo scenario la posta in uscita viene inoltrata ad un'altra macchina chiamata “smarthost”, che si occupa della reale consegna del messaggio ai destinatari. Uno smarthost di solito conserva la posta in arrivo indirizzata al computer destinatario, pertanto questo non dovrà essere permanentemente connesso alla rete. Ciò significa che bisognerà scaricare la posta dallo smarthost tramite programmi come fetchmail.

In parecchi casi lo smarthost è il server di posta del proprio ISP, questa opzione è particolarmente adatta agli utenti dial-up. Lo smarthost può anche essere il server di posta aziendale oppure un'altro sistema connesso alla propria rete.

posta inviata tramite uno smarthost; niente posta locale

Questo scenario è simile al precedente ma con una eccezione: il sistema non è configurato per gestire posta per il dominio locale. La posta di sistema (cioè quella per l'amministratore) viene comunque gestita.

solo consegna locale

Questa è la configurazione predefinita del proprio sistema.

nessuna configurazione per il momento

Questa opzione può essere selezionata soltanto se si è assolutamente sicuri di ciò che si sta facendo. Fino a quando non viene configurato, il sistema di posta non funziona e non può spedire né ricevere messaggi inoltre potrebbero andare perse delle importanti segnalazioni da parte delle utilità di sistema.

Se nessuno di questi scenari rispecchiasse le proprie necessità, oppure se servisse una configurazione più accurata, è necessario modificare, al termine dell'installazione, i file di configurazione posti nella directory /etc/exim4. Ulteriori informazioni su exim4 sono reperibili in /usr/share/doc/exim4; nel file README.Debian.gz sono contenuti dei dettagli riguardo la configurazione di exim4 e indica dove trovare altra documentazione.

Si noti che se non si dispone di un dominio ufficiale e si invia la propria posta direttamente su Internet, può accadere che la propria posta sia rifiutata dal server destinatario come misura anti-spam; si deve preferire l'uso del server di posta del proprio ISP. Invece, se si invia direttamente la posta, potrebbe interessare come usare un indirizzo email diverso da quello generato automaticamente. Se si usa exim4 come MTA, è possibile aggiungere una voce in /etc/email-addresses.



[13] In Debian thunderbird è stato rinominato icedove per un problema con la licenza; i dettagli del problema non rientrano nello scopo di questo manuale.

[14] Per esempio: cron, quota, logcheck, aide, …

[15] L'inoltro della posta indirizzata a root verso un utente normale si configura in /etc/aliases. Se non è stato creato un utente normale, la posta viene consegnata direttamente all'account root.

[16] Ovviamente si può anche rimuovere exim4 e installare al suo posto altri MTA/MDA.