[ precedente ] [ Contenuti ] [ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ] [ 6 ] [ A ] [ B ] [ successivo ]


Note di Release per Debian GNU/Linux 3.1 ("sarge"), PA-RISC
Appendice A - Aggiornamento del kernel


Le seguenti istruzioni spiegano passo per passo come utilizzare gli strumenti disponibili grazie a backport per installare il nuovo kernel.

Poiché i pacchetti potrebbero necessitare di essere installati da woody, si dovrebbe innanzitutto verificare che le voci contenute nel proprio sources.list facciano ancora riferimento a woody, come spiegato in Controllo della lista delle fonti, Sezione B.2.

Scaricare ed installare i pacchetti richiesti

con apt: per installare i pacchetti con apt o una delle sue interfacce, si aggiunga la seguente riga nel proprio /etc/apt/sources.list:

     deb http://ftp.debian.org/debian/dists/sarge/main/upgrade-kernel ./
     # se ne hai bisogno sono disponibili anche le fonti
     # deb-src http://ftp.debian.org/debian/dists/sarge/main/upgrade-kernel ./

Quindi si installino i pacchetti module-init-tools, modutils, palo e initrd-tools:

     # apt-get install module-init-tools palo initrd-tools modutils

(In seguito si può rimuovere senza alcun pericolo la voce aggiuntiva.)

Dopo di ciò di modifichi il proprio sources.list perché punti a sarge come descritto in Preparazione delle fonti per APT, Sezione 4.4, si aggiornino le proprie liste dei pacchetti e si installi il pacchetto kernel-image-2.6.8-2-64.

con dpkg: per installare i pacchetti direttamente con dpkg bisogna scaricare prima i file necessari.

Il pacchetto del kernel dipende da module-init-tools (che entra in conflitto con il vecchio modutils) ; initrd-tools dipende da cramfsprogs. Tutte le altre dipendenze (che sono stat, cpio e ash) possono essere soddisfatte con pacchetti provenienti da woody nel modo consueto.

Se si utilizza LVM, si dovrebbe installare anche lvm2 prima di riavviare, dal momento che il kernel 2.6 non supporta direttamente LVM1. Per l'accesso alle unità logiche LVM1 è utilizzato il pacchetto di compatibilità di lvm2 (il modulo dm-mod). Si può lasciare lvm10 installato: gli script di init determineranno qual è il kernel utilizzato ed eseguiranno la versione appropriata.

Non si cancelli ancora il vecchio kernel

Si dovrebbe prima verificare che quello nuovo completi la fase di avvio e che tutto l'hardware necessario all'aggiornamento (p.e. adattatori di rete) funzioni.

Rendere il proprio sistema avviabile

Si dovrà probabilmente adattare la configurazione del boot loader /etc/palo.conf. Si noti che il kernel utilizza ora un initrd (demone di inizializzazione, NdT) mentre i kernel di Debian in woody non lo facevano.

Se attualmente si utilizza raidtools2, si dovrebbe leggere Aggiornamento da raidtools2 a mdadm, Sezione 4.6.2 prima di riavviare.

Riavvio per il nuovo kernel
Controllare il proprio sistema

Controllare in special modo i dispositivi di input, i dispositivi di visualizzazione, i dispositivi necessari all'accesso ai pacchetti di sarge (p.e. adattatori di rete, lettori di compact disc, etc). Alcuni moduli di driver potrebbero essere stati rinominati, alcuni driver compilati nel vecchio kernel potrebbero ora essere compilati come moduli...


[ precedente ] [ Contenuti ] [ 1 ] [ 2 ] [ 3 ] [ 4 ] [ 5 ] [ 6 ] [ A ] [ B ] [ successivo ]


Note di Release per Debian GNU/Linux 3.1 ("sarge"), PA-RISC

$Id: release-notes.it.sgml,v 1.19 2005/07/05 19:14:46 jseidel Exp $

Josip Rodin, Bob Hilliard, Adam Di Carlo, Anne Bezemer, Rob Bradford (attuale), Frans Pop (attuale)
debian-doc@lists.debian.org
Luca Brivio (traduzione italiana) lucab83@infinito.it