Debian Project News - 4 Ottobre 2010

Benvenuti nel tredicesimo numero di quest'anno della DPN, la newsletter della comunità Debian. In questa edizione troviamo:

Aggiornamento sulla Constantly Usable Testing (CUT)

Raphaël Hertzog ha scritto un articolo dettagliato sulla recente attività sulla Constantly Usable Testing (CUT). CUT sarebbe una distribuzione di Debian basata su testing, ma caratterizzata da alcune differenze significative che la rendono più facilmente utilizzabile, ossia più pulita e stabile. In questo articolo si discute del valore potenziale di un rilascio continuamente in fieri e di come potrebbe funzionare.

Citando l'articolo: La proposta nel suo complesso è certamente interessante: risponderebbe ai problemi causati dall'obsolescenza dei rilasci stabili di Debian creando più rilasci intermedi. Chiunque abbia bisogno di supporto per hardware recente può iniziare installando una CUT, seguendone i vari rilasci fino alla versione stabile successiva. Gli utenti che vogliono avere l'ultima versione di tutti i software potrebbero installare e tenere aggiornata una CUT.

CUT sembra essere un'evoluzione innovativa della distribuzione Debian. Tuttavia, mentre offre prospettive molto interessanti, richiede anche molto lavoro, specialmente nel momento in cui molte energie sono spese per arrivare al rilascio della stable. Non è mai facile trovare il compromesso tra un rilascio stabile davvero solido quale molte persone si aspettano che Debian fornisca, ed un kit di sviluppo con linguaggi e librerie all'avanguardia. Forse CUT può diventare una soluzione per questo problema.

Lo stato attuale della discussione può essere seguito sulla mailing list del team di CUT.

Pillole dagli FTP Master

Il team FTP si è incontrato lo scorso weekend a Fulda in Germania. Nonostante la mancanza di baklava, non sono mancate le occasioni per lavorare e discutere di Debian. Jörg Jaspert ha menzionato nel suo resoconto che c'è un nuovo FTP Master, Torsten Werner. Jörg ha anche chiesto a nuovi volontari di farsi avanti. Il lavoro dell'FTP Master è duro e spesso dato per scontato, sia da dentro che da fuori Debian. Grazie mille per il vostro lavoro, FTP Master.

Ha anche mezionato che a partire da Squeeze il repository volatile sarà integrato nel normale albero presente sui mirror ftp.debian.org. Questo weekend abbiamo abilitato squeeze-volatile su ftp-master ed impostati gli script di controllo in modo che il team volatile possa iniziare a mandare pacchetti non appena necessario. Bisogna notare che, a partire da Squeeze, la gestione di volatile cambierà rispetto a com'era prima. Tutti i pacchetti dovranno passare nella coda proposed-updates di stable prima di entrare in volatile.

Jörg ha anche discusso vari altri argomenti importanti - la sua mail è piuttosto particolareggiata e contiene un gran numero di informazioni interessanti - compresa la discussione sull'uso di un sistema di controllo delle versioni per tenere interi repository sul computer ftp-master.

Resoconto del Google Summer of Code di quest'anno

Obey Arthur Liu ha scritto un resoconto sulla partecipazione di Debian al Google Summer of Code di quest'anno, durante il quale Google paga alcuni studenti per lavorare su e a fianco di specifici progetti FLOSS. Debian è stata accettata come organizzazione mentore per il quinto anno di fila. Come gli anni scorsi è stato un gran successo ed otto studenti sono riusciti a completare i loro progetti. Obey ha anche citato alcuni dei resoconti dei progetti degli studenti.

I progetti andavano da Porting su Hurd e de-Linux-izzazione del Debian-Installer a API per sottoporre e manipolare segnalazioni su debbugs, passando per Aptitude per Qt e Debian-Installer per il Neo FreeRunner ed altri smartphone. Ulteriori dettagli sono disponibili sul wiki Debian.

Pillole dal Team Publicity

Il Team Publicity di Debian ha scritto alcune pillole per informare gli sviluppatori ed i contributori di Debian e l'intera comunità su come mettersi in contatto e come contribuire al loro lavoro. Si può aiutare il team contribuendo alle Notizie dal Progetto Debian (che noi tutti vogliamo che vadano avanti, vero?), proponendo dei dent per l'account identi.ca ufficiale di Debian o rendendosi disponibili per un podcast This Week in Debian.

Altre notizie

Joey Hess è stato molto felice di vedere alcuni dei suoi tool citati in un recente film.

Russell Coker ha creato un repository per pacchetti che correggono bug collegati con SELinux in Debian Squeeze.

L'architettura PA-RISC (aka hppa) è stata rimossa dalla lista delle architetture rilasciate con Debian 6.0 Squeeze. Rimarrà disponibile nella suite unstable.

Thomas Lange ha annunciato che il progetto FAI ha ottenuto un proprio dominio fai-project.org e che tutti i servizi (wiki, repository) sono stati quindi migrati sul nuovo dominio.

L'Assistente al Rilascio Mehdi Dogguy ha annunciato l'agenda del meeting del Team di Rilascio dello scorso weekend. Un solo punto sulla loro agenda: Controllare lo stato di Squeeze.

Continuando la sua serie di post su come viene organizzata la annuale Debian Conference, Richards Darst ha recentemente parlato di come vengono sponsorizzati i viaggi alla DebConf e qual è la relazione tra il DebCamp e la DebConf. Joey Hess ha ricordato brevemente la storia dell'origine del DebCamp.

Luca Bruno ha scritto un resoconto della Conferenza della Comunità Debian/Ubuntu, ITA 2010. Dal momento che questo è stato il primo evento italiano organizzato da entrambe le comunità, Luca sottolinea: Questo nuovo tipo di collaborazione tra le nostre comunità si è rivelato molto positivo e sono già stati suggeriti alcuni eventi per il prossimo anno, tra cui un incontro di traduzione ed un incontro di contributori.

Holger Levsen ha annunciato che è stata resa disponibile la prima versione candidata per il rilascio di Debian Edu Lenny. Una delle caratteristiche più importanti è l'aggiornamento dell'installatore, basato sul debian-installer utilizzato in 5.0.6 Lenny, che aggiunge supporto per hardware recente.

Nuovi contributori di Debian

Dall'ultimo rilascio di Debian Project News, 3 persone hanno incominciato a mantenere pacchetti. Un grande benvenuto a Dimitrios Eftaxiopoulos, Pierre-Louis Bonicoli e Hector Romojaro nel nostro progetto!

Statistiche sui bug critici per il rilascio nella prossima versione di Debian

Secondo l'interfaccia di ricerca dei bug di Ultimate Debian Database, la prossima versione di Debian 6.0 Squeeze è al momento affetta da 301 bug critici per il rilascio. Se si ignorano i bug facilmente risolvibili o in via di risoluzione, rimangono approssimativamente 177 bug critici da risolvere affinché sia possibile il rilascio.

È anche disponibile una statistica più dettagliata, così come alcuni suggerimenti su come interpretare questi numeri.

Da qualche tempo queste statistiche sono costruire a partire da nuove fonti dati, quindi non sono direttamente confrontabili con quelle dell'ultimo numero. Ulteriori informazioni sono disponibili sul blog di Alexander.

Bollettini di sicurezza importanti

Di recente, il Team per la Sicurezza di Debian ha diffuso degli avvisi di sicurezza riguardanti, tra gli altri, questi pacchetti: git-core, moodle. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Si noti, inoltre, che questa è solo una selezione dei bollettini di sicurezza più importanti delle ultime settimane. Per essere costantemente aggiornati circa gli avvisi di sicurezza rilasciati dal Team per la Sicurezza, è necessario iscriversi alla mailing list degli annunci di sicurezza.

Pacchetti nuovi e degni di nota

Tra gli altri, i pacchetti seguenti sono stati aggiunti recentemente all'archivio di Debian:

È bene notare che a causa del freeze dell'imminente rilascio di Debian 6.0 Squeeze l'accettazione di nuovi pacchetti è sostanzialmente cessata.

Pacchetti che necessitano di lavoro

Al momento, 492 pacchetti sono orfani e 129 possono essere adottati. Per vedere se ci sono dei pacchetti che interessano si possono consultare gli elenchi recenti oppure la lista completa dei pacchetti che hanno bisogno di aiuto.

Vuoi continuare a leggere la DPN?

Aiutaci a creare questa newsletter: abbiamo bisogno di altri scrittori volontari che osservino la comunità Debian e ci facciano sapere cosa sta succedendo. Visita la pagina del progetto per sapere come contribuire. Non vediamo l'ora di ricevere una tua email alla mailing list debian-publicity@lists.debian.org.


Per ricevere ogni due settimane nella propria casella di posta elettronica il notiziario, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Project News sono Jeremiah C. Foster e Alexander Reichle-Schmehl.
Traduzione di Giovanni Mascellani.