Debian Project News - 2 Aprile 2012

Benvenuti nel settimo numero di quest'anno della DPN, la newsletter della comunità Debian. In questa edizione troviamo:

Pillole dal gruppo Debian Med

Andreas Tille ha inviato alcune pillole dal gruppo Debian Med, ove ha parlato delle recenti iniziative del gruppo tra le quali il calendario dell'avvento 2011 del bug squashing di Debian Med e il progetto Mentoring of the Month (MoM). Andreas ci ha anche ricordato che a gennaio il progetto Debian Med ha fatto 10: in dieci anni Debian Med è cresciuto da progetto di una sola persona sino a forte gruppo che manutiene un gruppo di oltre 200 pacchetti altamente specializzati con uno standard di alta qualità, come ha detto Andreas in un suo post correlato all'argomento sul proprio blog. Il progetto Debian Med non soltanto fornisce e manutiene pacchetti specializzati per la biologia e la medicina, ma è, come altri Blend di Debian, un buon punto di ingresso per la gente che arriva a Debian perché i nuovi arrivati si possono identificare con un argomento che conoscono (l'obbiettivo di Blend, in questo caso medicina e bioinformatica) prima ed apprendere le regole Debian all'interno di un gruppo con interessi comuni, ha aggiunto Andreas nel suo messaggio. Questa idea è stata confermata dai risultati di un'inchiesta focalizzata sul perché i membri del gruppo Debian Med diventino Debian Developer.

Debian si unisce ad OSI

Il progetto Debian ha annunciato che si sta unendo a Open Source Initiative (OSI) come affiliato. L'OSI è stata fondata nel 1998 con lo scopo di spiegare, perorare e proteggere il termine open source. Per molti anni OSI ha aiutato il marchio Open Source ad ottenere riconoscimento, particolarmente nel mondo aziendale.

Relazione dallo sprint del gruppo DSA

Luca Filipozzi ha scritto una relazione dallo sprint del gruppo degli amministratori di sistema Debian (DSA) tenutosi durante il fine settimana tra il 16 e il 18 marzo ad Oslo, Norvegia. Durante l'incontro il gruppo ha discusso un piano di lungo termine per l'infrastruttura di Debian, revisionando le macchine attualmente amministrate e formulando procedure riguardanti la gestione degli utenti e dei gruppi. Uno dei punti principali discussi all'incontro è stata la necessità di rinnovare tutte le macchine attualmente vecchie e fuori garanzia e il modo per farlo. Mentre nel passato i bisogni di hardware di Debian venivano soddisfatti tramite donazioni di hardware nuovo e usato da singole persone od organizzazioni, oggi non più. Il gruppo ha elaborato un piano quinquennale per il ciclo di rinnovamento dell'hardware per evitare di avere macchine più vecchie di cinque anni. Un lampante risultato del nostro lavoro sul piano quinquennale è la comprensione del fatto che l'hardware è oggi diventato una delle più grosse categorie di spesa per Debian, ha detto Luca. Diverse macchine si rendono anche necessarie per supportare l'intera gamma di architetture per cui Debian viene fornito. Per maggiori informazioni su come donare apparecchiature al progetto Debian, contattare il gruppo donazioni hardware.
Lo sprint dei DSA è stato reso possibile da donazioni a Debian e da Varnish Software che lo ha ospitato e ha fornito cibo e bevande. Grazie!

Affascinante: un tricorder basato su Debian

Peter Jansen, un ricercatore di scienza della cognizione, ha rimesso in vita il tricorder di Spock della popolare serie televisiva Star Trek. Peter, difatti, ha sviluppato un dispositivo portatile capace, grazie ai propri sensori incorporati, di misurare diversi parametri ambientali (quali temperatura, umidità, campi magnetici, ecc.). Nel dispositivo gira Debian GNU/Linux su un microcontrollore Amtel, basato su ARM920T: le specifiche hardware e gli schemi, ed il software sono licenziati rispettivamente sotto TAPR non commerciale e GPL 3 e sono disponibili sul sito web del progetto.

Arrivederci e grazie per tutte le notizie

L'anno era il 2006. Il posto: Oaxtepec, Messico. L'evento: DebConf6. Ecco come è nato il gruppo Publicity, durante un BoF intitolato Rappresentare Debian. E tra gli altri c'erano due contributori Debian (che in seguito sono diventati Debian Developer), Alexander Schmehl e Meike Reichle. Se leggi regolarmente Debian Project News, o sei un contributore del gruppo Publicity, sicuramente avrai riconosciuto i nomi: essi hanno lavorato ogni giorno durante gli ultimi sei anni per darci notizie sul mondo Debian e annunciare i cambiamenti importanti dentro il progetto. Alexander e Meike hanno oggi deciso di uscire dal gruppo Press and Publicity ed iniziare un' altra, diversa avventura. Il gruppo Publicity vuole ringraziarli per il loro sforzo instancabile, la loro creatività e il loro lavoro ispiratore.
Arrivederci e grazie per tutte le notizie!

Interviste

Raphaël Hertzog ha pubblicato una intervista della serie People behind Debian con Jörg Jaspert (FTPmaster, Debian Account Manager e altro), mentre Petter Reinholdtsen ha intervistato John Ingleby per la propria serie Debian Edu interviews.

Inoltre, Chris Woolfrey ha intervistato Guido Günther. Zlatan Todorić ha intervistato Joey Hess sulla sua partecipazione alla DebConf11, avvenuta lo scorso agosto a Banja Luka.

Altre notizie

Stefan Fritsch ha inviato alcune pillole dai manutentori di Apache annunciando alcune modifiche: una nuova serie di linee guida per la pacchettizzazione, un recente aggiornamento major di Apache HTTPD e un prossimo cambiamento del pacchetto.

Axel Beckert ha recentemente scritto della (forse temporanea) sparizione di aptitude-gtk. Il nuovo gruppo sta attualmente concentrandosi sul codice interno e l'originaria interfaccia utente ncurses, ma chiunque intenda contribuire alla GUI è benvenuto ad unirsi al gruppo Aptitude.

Kurt Roeckx ha informato che i contradditori dei candidati DPL sono stati pubblicati e sono disponibili come parte della loro piattaforma, e ha anche inviato la chiamata al voto. Le votazioni si chiudono sabato 14 aprile.

Stefano Zacchiroli ha annunciato che l'attributo LDAP dnsZoneEntry per i domini *.debian.net verrà reso pubblicamente accessibile in due settimane. L'intenzione è di fornire una via più facile per vedere i dati, cosa che attualmente è ottenibile solo attraverso una query al DNS.

Jan Hauke Rahm ha scritto una relazione dallo sprint Front Desk e DAM che si è tenuto recentemente a Mönchengladbach in Germania. Durante l'incontro, i membri di entrambi i gruppi hanno lavorato sulla interfaccia web dei New Members, come sui casi di aspiranti NM in lunga attesa. L'incontro si è rivelato una grossa opportunità per discutere faccia a faccia e di persona dei casi delicati e lavorare sulle richieste inevase. Entrambi i gruppi hanno il piacere di ringraziare Credativ che ha ospitato l'incontro.

Nuovi contributori Debian

Dall'ultimo rilascio di Debian Project News, undici persone sono state accettate come Debian Developer, sei altre sono state accettate come Debian Maintainer e sei hanno iniziato a manutenere pacchetti. Un grande benvenuto ad Arno Töll, Mathieu Malaterre, Johann Felix Soden, Roland Dreier, Dmitrijs Ledkovs, Ana Carolina Comandulli, Michael Gilbert, Carl Chenet, Mònica Ramírez Arceda, Michael Stapelberg, Alessandro Ghedini, David Steele, Khalid El Fathi, Rodolfo García Peñas, Dmitry Smirnov, Sven Joachim, Simon Josefsson, Guo Yixuan, Emile Joubert, Jonathan Steinert, Benjamin J. Scott, Melissa Draper e Lennart Weller nel nostro progetto!

Statistiche sui bug critici per il prossimo rilascio

Secondo l'interfaccia di ricerca dei bug di Ultimate Debian Database, la prossima release, Debian Wheezy, è al momento affetta da 742 bug critici per il rilascio. Se si ignorano i bug facilmente risolvibili o in via di risoluzione, rimangono approssimativamente 536 bug critici da risolvere affinché sia possibile il rilascio.

Sono disponibili alcuni suggerimenti su come interpretare questi numeri.

Bollettini di sicurezza importanti

Di recente, il team per la sicurezza di Debian ha diffuso degli avvisi di sicurezza riguardanti, tra gli altri, questi pacchetti: libapache2-mod-fcgid, nginx, gnash, icedove, raptor, libpng, libtasn1-3, gnutls26, openarena, linux-2.6, tryton-server, typo3-src e curl (annuncio aggiornato). Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Il team backport di Debian ha diffuso avvisi di sicurezza per i seguenti pacchetti: gnash, puppet, nginx e freetype. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Si noti, inoltre, che questa è solo una selezione dei bollettini di sicurezza più importanti delle ultime settimane. Per essere costantemente aggiornati circa gli avvisi di sicurezza rilasciati dal team per la sicurezza, è necessario iscriversi alla mailing list degli annunci di sicurezza (e, separatamente, alla mailing list backport e alla mailing list degli aggiornamenti della distribuzione stabile).

Pacchetti nuovi e degni di nota

207 pacchetti sono stati aggiunti recentemente all'archivio di Debian unstable. Tra gli altri:

Pacchetti che necessitano di lavoro

Al momento 432 pacchetti sono orfani e 152 possono essere adottati: è possibile consultare la lista completa dei pacchetti che hanno bisogno di aiuto.

Vuoi continuare a leggere la DPN?

Aiutaci a creare questa newsletter: abbiamo bisogno di altri scrittori volontari che osservino la comunità Debian e ci facciano sapere cosa sta succedendo. Visita la pagina del progetto per sapere come contribuire. Non vediamo l'ora di ricevere una tua email alla mailing list debian-publicity@lists.debian.org.


Per ricevere ogni due settimane nella propria casella di posta elettronica il notiziario, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Project News sono Moray Allan, Cédric Boutillier, Francesca Ciceri e David Prévot.
Traduzione di Giuliano Bordonaro e Daniele Forsi.