Diamo il benvenuto agli studenti di Google Summer of Code 2011!

26 Aprile 2011

Il progetto Debian è fiero di annunciare che è stato nuovamente scelto come organizzazione di mentoring per l'attuale edizione di Google Summer of Code. Quest'anno nove studenti sono stati accettati e saranno sponsorizzati da Google durante le loro vacanze estive per lavorare ad un progetto specifico.

A breve dovrebbero inviare un resoconto dei loro progressi sull'aggregatore di blog Planet Debian, e chiunque voglia parlare con loro è invitato ad entrare nel canale #debian-soc sul server irc.debian.org.

Ulteriori dettagli saranno pubblicati nei prossimi giorni nella relativa pagina wiki.

I seguenti progetti sono stati accettati:

Cross-build e bootstrapping multi-architettura automatizzati

di Gustavo Prado Alkmim, seguito da Wookey

Permettere una semplice auto-configurazione dei sistemi di build cross-platform automatizzati e il bootstrapping per QA negli ambienti multi-architettura. Questo implica la scrittura di strumenti per il bootstrap multi-stage, e di un cross-builder multi-architettura affidabile.

Ordinamento delle transazioni di APT/dpkg per migliorare sicurezza e prestazioni

di Chris Baines, seguito da Michael Vogt

Il codice di ordinamento di libapt si occupa, tra le altre cose, di ordinare lo spacchettamento e la configurazione dei pacchetti per assicurarsi che le dipendenze siano soddisfatte. Attualmente le transazioni sono organizzate in grandi insiemi. Questo progetto implementa ulteriormente un sistema di ordinamento che soddisfi vincoli come minimizzare il numero di chiamate a dpkg o minimizzare il numero di pacchetti in stato broken in ogni momento.

Integrazione nativa di Debdelta in APT

di Ishan Jayawardena, seguito da Michael Vogt

Migliorare l'usabilità di APT e dei suoi front-end accelerando il processo di avanzamento di versione. Questo fornisce una migliore architettura per la gestione unificata di debdelta e dei futuri miglioramenti ad APT come il parallelismo. Inoltre sono previsti il supporto agli aggiornamenti della distribuzione stabile e di sicurezza, così come varie librerie correlate ad APT.

Diversioni di Dpkg dichiarative

di Sam Dunne, seguito da Steve Langasek

Il comando dpkg-divert dovrebbe essere rimpiazzato da un nuovo file di controllo con una sintassi dichiarativa che venga analizzato da dpkg e processato direttamente durante il processo di scompattamento e rimozione dei pacchetti, eliminando i problemi derivanti da una gestione non atomica delle diversioni.

Strumenti di backend e infrastruttura per DEX

di Nathan Handler, seguito da Matt Zimmerman

DEX è un nuovo programma che mira a migliorare Debian e le sue derivate riportando i cambiamenti effettuati downstream e incoraggiando le discussioni tra i vari progetti. Dato che DEX è una novità, la maggior parte dell'infrastruttura ancora non esiste (o è incompleta). Questo progetto creerà i necessari strumenti di backend e l'infrastruttura in modo che tutte le derivate di Debian possano facilmente trarre beneficio da DEX.

Jigsaw: Java modulare in Debian

di Guillaume Mazoyer, seguito da Tom Marble

Il Java Development Kit (JDK) è uno strumento monolitico: molte delle sue caratteristiche sono utili in aree limitate (ad esempio i toolkit GUI sono inutili per un server web). Questo progetto porterà il JDK modulare Jigsaw in Debian, migliorando le prestazioni (avvio, dimensioni, ecc.), ma anche la risoluzione delle dipendenze (per essere compatibile con il sistema di pacchettizzazione). Alcune parti del software upstream non sono direttamente integrabili in Debian. Questo progetto pacchettizzerà l'attuale versione in sviluppo di Jigsaw, aggiornerà la Policy Java di Debian, e creerà i necessari strumenti di pacchettizzazione per il software dipendente da esso.

Pacchettizzazione di Multi-build Python per le estensioni Python

di Mesutcan Kurt, seguito da Piotr Ożarowski

Questo progetto prevede la creazione di uno strumento per compilare estensioni compatibili con tutte le versioni di Python attualmente supportate da Debian. Inoltre dovrebbe rilevare il sistema di build upstream e le infrastrutture di test, ed usarle. Sarà interfacciato con CDBS e il sequenziatore dh, e sostituirà i relativi frammenti di codice scritti in Python.

Misurazione dell'attività dei team Debian

di Sukhbir Singh, seguito da Andreas Tille

Questo progetto valuterà le performance dei team Debian misurando attività come: l'invio di messaggi in mailing list specifiche, i record di upload di pacchetti estrapolato dall'Ultimate Debian Database, le statistiche di commit nei repository dei progetti... Le informazioni raccolte aiuteranno a valutare le performance dei team deducendo come i componenti dei team lavorino insieme. Sarà sviluppata anche un'interfaccia per accedere facilmente a queste informazioni.

Integrazione dei cluster di calcolo per lo sviluppo e la compilazione in Debian

di Rudy Godoy, seguito da Steffen Moeller

L'obiettivo primario di questo progetto è permettere agli sviluppatori di usare facilmente cluster di calcolo (Eucalyptus, OpenStack...) come ambienti per lo sviluppo architettura-specifico, fornendo un insieme di strumenti che possano essere usati per configurare ed eseguire una piattaforma estesa per lo sviluppo, il test, e la compilazione.

Informazioni su Google Summer of Code

Google Summer of Code è un programma globale in cui studenti universitari vengono stipendiati per scrivere codice per progetti opensource durante un periodo di tre mesi. Grazie a Google Summer of Code, gli studenti sono affiancati da un mentore, appartenente al progetto stesso; in questo modo vengono esposti al reale sviluppo di software ed all'opportunità di occupazione in aree correlate ai loro studi accademici. Inoltre in questo modo viene prodotto e rilasciato codice sorgente ad uso e beneficio di tutti.

Informazioni su Debian

Il progetto Debian è stato fondato nel 1993 da Ian Murdock per essere un progetto comunitario realmente libero. Da allora, il progetto è cresciuto fino a diventare uno dei più vasti e influenti nell'ambito open source. Migliaia di volontari da tutto il mondo lavorano insieme per creare e mantenere il software Debian. Tradotto in 70 lingue, e in grado di supportare un'enorme varietà di tipologie di computer, Debian si autodefinisce il sistema operativo universale.

Contatti

Per ulteriori informazioni, visita il sito web all'indirizzo http://www.debian.org/ oppure invia una email a <press@debian.org>.