Notizie settimanali Debian - 27 Giugno 2006

Benvenuti al ventiseisimo numero di DWN di quest'anno, il bollettino settimanale per la comunità  Debian. Alan Baghumian ha annunciato una nuova versione di Parsix uno speciale CD basato su Debian, in versione live ed installabile con supporto per il persiano. Joey ha informato che un RSS feed per le weekly news viene generato automaticamente, comprese le traduzioni per questo numero.

Linguaggio query di Debian. Berke Durak dell'istituto nazionale francese per la ricerca nella scienza del computer ed il controllo è in attesa di riscontri ed ideee per la definizione di un linguaggio di interrogazione utile per manutentori, grandi utenti e ricercatori. E' stato già sviluppato un dependency checker basato su moduli booleani. Strumenti per la gestione dei metadati Debian con la loro evoluzione nel tempo sono stati anch'essi implementati.

Data dell'ultima modifica. Kai Hendry ha notato che il campo relativo alla data della politica viene scarsamente impiegato entro /var/lib/dpkg/available. Fare invece riferimento alla data del changelog per l'attività di pacchettizzazione può talvolta risultare sbagliato poichè qualche sviluppatore potrebbe non avere aggiornato la data in relazione alla propria versione finale. Joey Hess è trasalito ed ha raccomandato di usare dch -r per aggiornare la data di changelog durante lo svolgimento del proprio lavoro sui pacchetti.

Priorità delle alternative. Wouter Verhelst si è chiesto perchè venga consentito ai manutentori dei pacchetti di decidere la priorità per le alternative. Naturalmente viene loro posta una limitazione, come dimostrato con mcedit divenuto il default per /usr/bin/editor. L'impiego di popularity contest invece potrebbe garantire che le applicazioni preferite dai più diverrebbero il default.

Migliorare la pubblicità di Debian. Raphaël Hertzog ha announciato la creazione della mailing list debian-publicity. E' volta ad aiutare gli addetti stampa a preparare e suggerire gli annunci e verificare la sezione ritagli di stampa dei siti di progetto. Potrebbe anche essere un posto ove aiutare gli sviluppatori Debian a produrre bozze di annuncio acettabili per la mailing list delle debian-news. Questa iniziativa è solo una delle conclusioni dell'incontro Representing Debian tenutosi alla Debian conference di quest'anno. Verrà molto apprezzata l'assistenza da parte di non tecnici.

Tracciamento dei bug critici. Andreas Barth ha annunciato alcune migliorie alla propria interfaccia bts2ldap per il tracciamento dei problemi critici nei pacchetti Debian. L'interfaccia ora tiene conto della versione di un pacchetto in cui sia stato riscontrato un bug ovvero sia stato risolto. Steinar H. Gunderson allora ha proposto molti suggerimenti per migliorare la ricerca circa lo stato di risoluzione dei bug nel Bug Tracking System di Debian, ad esempio generando un grafico relativo ai bug ufficiali critici per il rilascio che tenga conto delle informazioni relative alla versione.

Separazione delle librerie condivise dagli eseguibili. Goswin von Brederlow ha fatto notare che la politica richiede che i programmi di supporto a runtime che impiegano una libreria condivisa non vengano posti entro il pacchetto della libreria stessa. Ciò serve a prevenire l'installazione di più versioni di tale libreria condivisa. Goswin ha aggiunto che potrebbe anche derivarne una conversione più complessa a multiarch.

Debian a Cuba. David Moreno Garza ha informato del proprio invito a recarsi a Cuba per sostenere alcune delle loro iniziative per il Free Software, di cui molte sono basate su Debian. Walter Landry ha spiegato che potrebbe essere illegale sotto la legge US esportare la cifratura in qualunque paese, ma è stato tranquillizzato perchè Cuba non sarebbe inclusa. In accordo con Walter, alcuni tipi di comunicazione sono consentiti, ma altri non lo sono e comunque l'utilizzo dell'infrastruttura delle mailing list potrebbe costituire un problema per Debian.

Caricamento automatico di moduli del Kernel. Jim Popovitch ha reso noto che l'installazione di default per Debian carica più moduli del necessario e si è chiesto come prevenire ciò. Robert Sanchez ha spiegato che i pc potrebbero probabilmente avere qualche autorilevazione funzionante che caricherebbe automaticamente i moduli per l'hardware rilevato.

Arresto dei daemon dopo la loro rimozione. Michael Prokop si è interrogato circa gli script dei manutentori che non riescono ad arrestare i processi daemon quando dovrebbero. Henrique de Moraes Holschuh ha aggiunto che il risultato degli arresti dovrebbe comportare un'uscita a codice zero se il servizio risultasse già fermato. Bert Schubert ha spiegato che la soluzione appropriata per ambienti change-root è di aggiungere uno script policy-rc.d e ne ha dato un esempio.

Liste private spedite su Google Mail. Ian Jackson ha notato che l'attuale politica di riservatezza e di gestione di Google Mail non è compatibile con la politica di Debian per le propria lista privata. Secondo lui Google potrebbe fornire una copia di debian-private, soltanto se venisse inserito il testo corrente completo delle parole chiave.

Liceza di TrueCrypt. Karl Goetz si è chiesto se la licenza della popolare cifratura software multipiattaforma del disco TrueCrypt sia abbastanza free per poter essere distribuita con Debian. Michael Poole ha risposto che la licenza non è affatto libera perchè ci sono molti paragrafi poco chiari e precisi che rendono impossibile distribuire TrueCrypt entro Debian.

Aggiornamenti per la sicurezza. Come sempre. Assicuratevi di avere aggiornato il vostro sistema se avete qualcuno di questi pacchetti installato.

Pacchetti nuovi o notevoli. I pacchetti seguenti sono stati aggiunti all'archivio unstable Debian recentemente o contengono importanti aggiornamenti.

Pacchetti rimasti orfani. Cinque pacchetti sono rimasti orfani questa settimana e richiedono un nuovo manutentore. Ciò porta a trecentoundici il numero dei pacchetti orfani. Molte grazie ai precedenti manutentori che hanno contribuito alla comunità del software libero. Date un'occhiata alle pagine WNPP per l'elenco completo ed aggiungete un'annotazione al bug report, reintitolandolo ITA:, se contate di adottare un pacchetto. Per scoprire quali pacchetti orfani siano installati sul vostro pc può esservi d'aiuto il programma wnpp-alert da devscripts.

Volete continuare a leggere DWN? Aiutateci a creare questo notiziario. Servono ancora più scrittori volontari che osservino la comunità Debian e diano notizia di quanto sta succedendo. Osservate la pagina delle contribuzioni per scoprire come essere d'aiuto. Aspettiamo di ricevere i vostri messaggi presso dwn@debian.org.


Per ricevere le notizie settimanali al tuo indirizzo di posta elettronica, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Weekly News sono Kai Hendry, Mohammed Adnène Trojette, Sebastian Feltel and Martin 'Joey' Schulze.
Traduzione di Daniele Venzano and Giuliano Bordonaro.