Rilasciata Debian GNU/Linux 5.0

14 Febbraio 2009

Il Progetto Debian è lieto di annunciare il rilascio ufficiale di Debian GNU/Linux versione 5.0 (nome in codice lenny), dopo 22 mesi di sviluppo costante. Debian GNU/Linux è un sistema operativo libero che supporta un totale di dodici architetture di processori e include gli ambienti desktop KDE, GNOME, Xfce e LXDE. Offre altresì compatibilità con FHS v2.3 e programmi sviluppati per la versione 3.2 di LSB.

Debian GNU/Linux gira su una gamma di computer che va dai palmari ai supercomputer e su quasi tutto quello che si trova in mezzo. Sono supportate in totale dodici architetture: Sun SPARC (sparc), HP Alpha (alpha), Motorola/IBM PowerPC (powerpc), Intel IA-32 (i386), IA-64 (ia64), HP PA-RISC (hppa), MIPS (mips, mipsel), ARM (arm, armel), IBM S/390 (s390), nonché AMD64 e Intel EM64T (amd64).

Questo include il supporto per la piattaforma Orion di Marvell e per i dispositivi basati sulla piattaforma Orion, come ad esempio QNAP Turbo Station, HP mv2120 e Buffalo Kurobox Pro, così come molti netbook, come ad esempio l'Eee PC di Asus. Debian GNU/Linux 5.0 Lenny contiene altresì gli strumenti di compilazione per Emdebian che consentono la cross-compilazione e la riduzione di pacchetti sorgenti Debian per adattarsi ai sistemi embedded ARM.

Debian GNU/Linux 5.0 (Lenny) include il nuovo port per ARM EABI, Armel. Questo nuovo port fornisce un uso più efficiente dei sistemi basati su processori ARM moderni e futuri. Di conseguenza, il vecchio port per ARM (arm) è stato ora reso deprecato.

Questo rilascio include l'aggiornamento di numerosi pacchetti software, come ad esempio l'ambiente desktop K (KDE) 3.5.10, una versione aggiornata dell'ambiente desktop GNOME 2.22.2, l'ambiente desktop Xfce 4.4.2, LXDE 0.3.2.1, il desktop GNUstep 7.3, X.Org 7.3, OpenOffice.org 2.4.1, GIMP 2.4.7, Iceweasel (una versione senza marchio di Mozilla Firefox) 3.0.6, Icedove (una versione senza marchio di Mozilla Thunderbird) 2.0.0.19, PostgreSQL 8.3.6, MySQL 5.0.51a, GNU Compiler Collection 4.3.2, la versione 2.6.26 del kernel Linux, Apache 2.2.9, Samba 3.2.5, Python 2.5.2 e 2.4.6, Perl 5.10.0, PHP 5.2.6, Asterisk 1.4.21.2, Emacs 22, Inkscape 0.46, Nagios 3.06, l'Hypervisor Xen 3.2.1 (supporto dom0 e domU), OpenJDK 6b11 e più di 23.000 altri pacchetti software pronti da usare (compilati da oltre 12.000 pacchetti sorgenti).

Con l'integrazione di X.Org 7.3, il server X si configura automaticamente con la maggior parte dell'hardware. Nuovi pacchetti introdotti consentono un pieno supporto del file system NTFS o l'uso immediato della maggior parte di tasti multimediali. Il supporto per file con formato Adobe® Flash® è disponibile tramite i plugin swfdec o Gnash. Sono stati introdotti miglioramenti in generale per i portatili, come il supporto immediato alla scalatura della frequenza della CPU. Per il tempo libero sono stati aggiunti molti nuovi giochi, inclusi rompicapo e sparatutto in prima persona. Un cambiamento notevole è l'introduzione di goplay, un navigatore grafico di giochi che offre filtraggio, ricerca, schermate e descrizioni per i giochi in Debian.

La disponibilità e l'aggiornamento di OpenJDK, di un compilatore GNU per Java, di un interprete bytecode per Java, delle classpath e di altre versioni libere della tecnologia Java di Sun, rende possibile la messa a disposizione di applicativi basati su Java nell'archivio main di Debian.

Un'ulteriore miglioria inerente la sicurezza prevede l'installazione da parte del sistema, prima del primo riavvio, degli aggiornamenti di sicurezza resi frattanto disponibili, la riduzione, nell'installazione standard, di binari con bit setuid root attivato e di porte aperte, così come la compilazione di molti pacchetti critici per la sicurezza con le funzionalità d'irrobustimento di GCC. Anche varie altre applicazioni hanno avuto migliorie specifiche: ad esempio PHP è ora compilato con la patch d'irrobustimento Suhosin.

Per gli utenti non anglofoni i sistemi di gestione dei pacchetti supportano ora le descrizioni tradotte, le quali vengono mostrate automaticamente ai rispettivi utenti, se disponibili.

Debian GNU/Linux può essere installato a partire da vari supporti d'installazione, come ad esempio DVD, CD, penne USB e dischetti, oppure dalla rete. L'ambiente desktop predefinito, che è contenuto nel primo CD, è GNOME. Gli altri ambienti desktop, come ad esempio K (KDE), Xfce o LXDE, possono essere installati tramite due nuove immagini CD alternative. Sono nuovamente disponibili con Debian GNU/Linux 5.0 CD e DVD multiarchitettura, che supportano l'installazione su molteplici architetture da un singolo disco, così come dischi Blu-ray, il che consente di fornire l'archivio per un'intera architettura su un singolo supporto d'installazione.

Inoltre Debian GNU/Linux può anche essere usato direttamente senza essere prima installato. Queste immagini speciali, note anche come immagini live, sono disponibili per CD, penne USB e diverse forme d'installazione via rete. Momentaneamente queste sono disponibili solo per le architetture amd64 e i386.

Il processo d'installazione di Debian GNU/Linux 5.0 è stato migliorato in molti modi: fra l'altro è stato ripristinato il supporto per l'installazione da più di un CD o DVD, il firmware richiesto da taluni dispositivi può essere caricato usando un supporto rimovibile e inoltre è supportata l'installazione con schermi Braille. Il processo di avvio dell'installatore ha parimenti ricevuto molta attenzione: è possibile usare un menù grafico per scegliere interfacce e ambienti desktop, così come selezionare le modalità per esperti e di ripristino. Il sistema d'installazione per Debian GNU/Linux è ora tradotto in 63 lingue.

Debian GNU/Linux può essere scaricato già da ora tramite bittorrent (il sistema raccomandato), jigdo o HTTP; per maggiori informazioni si veda Debian GNU/Linux su CD. Presto sarà anche reso disponibile su DVD, CD-ROM e dischi Blu-ray presso numerosi rivenditori.

L'aggiornamento a Debian GNU/Linux 5.0 dal rilascio precedente, Debian GNU/Linux 4.0 (nome in codice etch), viene effettuato automaticamente dal gestore di pacchetti aptitude per la maggior parte delle configurazioni, nonché, fino ad un certo punto, anche dal gestore di pacchetti apt-get. Come sempre i sistemi Debian GNU/Linux possono essere aggiornati senza problemi, sul momento, senza alcuna interruzione di servizio forzata, ma si raccomanda fortemente di leggere comunque le note di rilascio per possibili problemi e istruzioni dettagliate inerenti l'installazione e l'aggiornamento. Le note di rilascio verranno ulteriormente migliorate e tradotte in ulteriori lingue nelle settimane seguenti il rilascio.

Dedica

Debian GNU/Linux 5.0 Lenny è dedicato a Thiemo Seufer, uno sviluppatore Debian deceduto il 26 dicembre 2008 in un tragico incidente d'auto. Thiemo era coinvolto in Debian in molti modi: provvedeva alla manutenzione di numerosi pacchetti ed era il sostenitore principale del port di Debian verso le architetture MIPS. Era inoltre un membro del nostro gruppo del kernel, così come del gruppo dell'installatore Debian. I suoi contributi vanno oltre il progetto Debian: ha anche lavorato sul port MIPS del kernel di Linux, sull'emulazione MIPS di qemu e a molti altri progetti minori, troppi per essere menzionati qui.

Il suo lavoro, la sua dedizione, la sua vasta competenza tecnica e la sua capacità di condividere ci mancheranno. I contributi di Thiemo non saranno dimenticati. L'alta qualità dei suoi lavori renderà molto difficile la sua sostituzione.

A proposito di Debian

Debian GNU/Linux è un sistema operativo libero, sviluppato da più di un migliaio di volontari da tutto il mondo che collaborano tramite Internet. La dedizione di Debian al Software Libero, la sua natura non a scopo di lucro e il suo modello di sviluppo aperto la rendono unica fra le varie distribuzioni GNU/Linux.

I punti di forza essenziali del progetto Debian sono la sua base di volontari, la sua dedizione al Contratto Sociale di Debian e il suo impegno per fornire il miglior sistema operativo possibile. Debian 5.0 rappresenta un ulteriore importante passo in tale direzione.

Come contattarci

Per ulteriori informazioni si visiti il sito web di Debian su http://www.debian.org/ oppure si invii un'email a <press@debian.org>.