Debian accoglie ufficialmente i contributori non-sviluppatori

19 Ottobre 2010

Oggi, il Progetto Debian ha approvato, a stragrande maggioranza, una General Resolution con la quale viene formalmente riconosciuto il contributo reso da tutti coloro che supportano Debian in campi differenti dal mantenimento dei pacchetti permettendo loro di poter accedere al ruolo ufficiale di Debian Developer.

Sebbene il Progetto Debian abbia da sempre accettato al proprio interno persone che non si occupano specificamente di pacchettizzazione, come ad esempio i traduttori e coloro che scrivono la documentazione, vi era - fino ad oggi tra questi - un basso numero di candidati al ruolo di Debian Developer (che garantisce pieno diritto di voto ed altri privilegi). Poiché, inoltre, non esisteva una chiara procedura in merito all'accettazione di questo tipo di collaboratori, tale processo era gestito caso per caso.

Si è deciso quindi di porre fine a tale situazione accogliendo tutti i contributori, indipendentemente dalla natura dei loro contributi, all'interno del progetto e di invitare gli Account Manager Debian a stabilire le procedure necessarie per valutare e accettare i collaboratori che lavorano in ambiti diversi dalla pacchettizzazione.

Informazioni su Debian

Il Progetto Debian è stato fondato nel 1993 da Ian Murdock per essere un progetto di comunità realmente libero. Da allora il progetto è cresciuto fino a diventare uno dei più vasti e influenti progetti open source. Oltre tremila volontari da tutto il mondo lavorano insieme per creare e mantenere il software Debian. Tradotto in più di 30 lingue e in grado di supportare un'enorme varietà di tipologie di computer, Debian si definisce il sistema operativo universale.

Per contattarci

Per ulteriori informazioni, visita il sito web all'indirizzo http://www.debian.org/ oppure invia una mail a <press@debian.org>.