Debian Project News - 14 Marzo 2011

Benvenuti nel quarto numero di quest'anno della DPN, la newsletter della comunità Debian. In questa edizione troviamo:

Il progetto Debian vince due premi al CeBIT

Il progetto Debian project ha vinto il premio Linux New Media in due categorie alla recente edizione del CeBIT a Hannover, Germania. Debian non solo è stata nominata Migliore distribuzione server open source per il suo essere all'avanguardia sia in campo tecnico che nella definizione degli standard e dei processi del software libero, ma ha vinto anche il prestigioso premio Contributo più rilevante al software libero, open source e Linux, presentato da Karsten Gerloff, presidente di Free Software Foundation Europe, che ha indossato per l'occasione una sgargiante cravatta Debian.

Sono stati resi disponibili il testo completo del suo intervento e una breve spiegazione dell'importanza di questo premio: la giuria consisteva di oltre 300 membri della comunità FLOSS, sviluppatori, giornalisti e società, selezionati tramite scrutinio segreto. Il premio non è stato dato da un editore, ma dai rappresentanti dell'intera comunità del software libero!

Debian nominata la più importante distribuzione GNU/Linux

Il giornalista Bruce Byfield ha pubblicato un articolo che analizza in dettaglio la quota di mercato e l'influenza di Debian. Raccogliendo vari dati (ad esempio il numero di distribuzioni attive derivate da Debian secondo DistroWatch; 63% di queste sono direttamente o indirettamente basate su Debian) elenca diverse specializzazioni di Debian e delle sue derivate. La sua conclusione: Non è del tutto vero dire che, se si può pensare ad una specializzazione, allora esiste almeno una derivata di Debian o di Ubuntu che è progettata per essa. Tuttavia, non è nemmeno un'esagerazione. Questi risultati sono stati citati anche da Slashdot sotto il titolo Debian is the most important Linux.

Resoconto del CeBIT 2011

Alexander Reichle-Schmehl ha inviato un resoconto del CeBIT di quest'anno, dove ha rappresentato Debian, insieme ad altri contributori, allo stand di Univention, una società che basa il proprio prodotto su Debian. In tre giorni quasi duecento persone hanno visitato lo stand di Debian, per lo più chiedendo come aiutare e unirsi al progetto Debian, o ponendo domande più specifiche riguardo, ad esempio, la posizione di Debian su LibreOffice o la struttura interna del progetto e la sua gestione. Molte persone hanno semplicemente espresso il loro apprezzamento per il rilascio di Squeeze, l'aspetto rinnovato del sito e il nuovo tema spacefun. Allo stand era possibile vedere in anteprima un computer con DebianGNU/kFreeBSD, che ha suscitato l'interesse dei visitatori.
Alexander desidera ringraziare sia i nostri sponsor Univention e Deutsche Messe AG, sia chi ha aiutato allo stand di Debian.

Pillole dal Debian Project Leader

Il Debian Project Leader, Stefano Zacchiroli, ha inviato una mail che descrive le conseguenze del rilascio di Squeeze. Un punto importante della sua mail riguarda le discussioni tra Debian e la Free Software Foundation, a proposito delle diverse aree di interesse dei due progetti, sebbene entrambi si dedichino allo sviluppo di software libero. Stefano inoltre elenca diverse interviste sul rilascio di Squeeze e alcuni link agli interventi che ha tenuto: chiaramente è stato piuttosto impegnato.

Buon compleanno FSFE!

La Free Software Foundation Europe sta festeggiando il proprio decimo compleanno! Congratulazioni! Per celebrare questa data importante, si prevede di mettere in evidenza gli eventi che hanno caratterizzato la storia della FSFE.

Imminente elezione del Debian Project Leader

Il segretario del progetto Debian Kurt Roeckx ha pubblicato le scadenze per l'elezione del Debian Project Leader di quest'anno. Il periodo in cui presentare le nomine è già scaduto venerdì 11 marzo. L'attuale Debian Project Leader Stefano Zacchiroli sarà nuovamente candidato. Da sabato 12 marzo fino al 1° aprile i candidati porteranno avanti la loro campagna, seguita dal periodo di voto vero e proprio, da sabato 2 aprile 2011 al 15 aprile 2011.

Selezione geografica dei mirror in modo predefinito?

L'idea di usare qualche tipo di GeoMirror per le nuove installazioni è stata proposta nella mailing list debian-boot, e in seguito anche nella lista generale debian-devel. Diversi pro e contro sono emersi, inclusi possibili problemi con DNSSEC e approcci differenti basati su apt-spy o netselect-apt, oppure su DNS. Lo sviluppatore di APT Michael Vogt ha inviato alcuni suggerimenti riguardo un'utile funzionalità recentemente aggiunta ad apt per uno scopo simile, che permette di specificare linee generali deb mirrors:// come sorgenti apt. Ora manca solo il lato server, ma si sta già lavorando anche su questo.

Nuova versione di Cupt in arrivo

Eugene Lyubimkin ha scritto sul suo blog riguardo l'imminente rilascio di Cupt, un'interfaccia alternativa per il gestore di pacchetti dpkg. Questa è la caratteristica maggiormente degna di nota: se non c'è una soluzione che soddisfi le azioni richieste dall'utente, Cupt non soltanto mostrerà un messaggio di errore, ma anche il motivo per cui le dipendenze non possono essere risolte.

Notizie dallo sprint dei team ARM ed embedded

I team ARM e Debian embedded si sono incontrati negli uffici ARM a Cambridge per uno sprint Debian. Stanno accadendo molte cose nel mondo ARM ed embedded. È in corso un progetto per la creazione di un nuovo port di Debian (chiamato armhf) che fornirà uno spazio utente più efficiente, adatto ai moderni processori ARM (v7) che equipaggiano molti recenti netbook, tablet, nettop e smartphone.

Ci sono stati inoltre grandi miglioramenti al supporto per multiarch. Questo renderà possibile l'installazione incrociata di librerie da uno spazio utente diverso e quindi cose come l'esecuzione di Flash non-free compilato per i386 su sistemi amd64. Il supporto per cross-building sta per essere integrato direttamente in Debian, così per gli sviluppatori presto sarà possibile creare applicazioni sui loro desktop che potranno essere eseguite sui dispositivi ARM con Debian installata.

Ispirati dall'idea di Eben Moglen di un semplice computer, piccolo ed economico che porti la libertà nelle case di tutti, i team stanno costruendo una piattaforma basata su Debian per applicazioni distribuite che potrebbe aiutare a sostituire i servizi centralizzati tipici del cloud computing. FreedomBox è per la privacy, il controllo, la semplicità d'uso e il decentramento.

Altri grafici per il sistema di tracciamento dei bug di Debian

Mike Hommey ha aggiunto diverse nuove funzionalità ai grafici del sistema di tracciamento dei bug di Debian. Oltre ai grafici relativi al singolo pacchetto, è ora possibile avere dati di vari pacchetti aggregati in un unico grafico, oppure grafici relativi ad un manutentore.

Altre interviste della serie This week in Debian

Dall'ultimo numero di Debian Project News, sono state pubblicate tre nuove uscite del podcast This week in Debian: con Stefano Zacchiroli, Debian Project Leader; con Jon Maddog Hall, riguardo al progetto Cauã; e con Adnan Hodzic, sulla Debconf 2011 in Bosnia.

È stata pubblicata anche un'intervista della serie People behind Debian: con Christian Perrier, coordinatore della traduzione.

Altre notizie

Il ventiseiesimo numero delle notizie assortite per sviluppatori è stato rilasciato, e copre i seguenti argomenti:

Yves-Alexis Perez ha fornito un aggiornamento su Xfce 4.8. I pacchetti relativi al nuovo rilascio upstream di tale ambiente desktop sono stati assemblati nel ramo experimental di Debian, ed è in corso la sincronizzazione con il team del rilascio per caricarli nel ramo unstable.

Cyril Brulebois ha pubblicato il settimo numero di Debian XSF News. In questa uscita cita vari eventi riguardanti i pacchetti di X.org in Debian e chiude con una statistica impressionante: il numero di segnalazioni di bug per i pacchetti correlati a X.org è passato dagli 880 di novembre agli attuali 540.

Holger Levsen, Moray Allan e Gunnar Wolf sono stati delegati come organizzatori della DebConf. Mentre l'organizzazione della conferenza annuale rimane invariata, loro fungeranno da collegamento tra i progetti Debian e DebConf.

Jörg Jaspert, FTP-Master, ha annunciato un imminente incontro del team FTP dal 21 al 27 marzo, al LinuxHotel ad Essen, Germania. Ha inoltre reso nota l'agenda dell'incontro (che spazia da attività interne al team come buildd autosigning, fino a servizi orientati all'utente finale come data.debian.org).

Tollef Fog Heen si è chiesto se sia utile rendere uniformi le denominazioni dei flag per abilitare e disabilitare i servizi tramite i loro script di configurazione in /etc/default. Altri sono intervenuti nel thread dicendo che ci potrebbero essere strumenti (grafici) migliori per farlo, o di personalizzare i runlevel. C'è anche chi ha sottolineato che l'interfaccia è stata resa più complicata dall'introduzione di insserv.

Nuovi contributori Debian

Dall'ultimo rilascio di Debian Project News, 1 persona è stata accettata come Debian Developer, altre 5 sono state accettate come Debian Maintainer e 4 hanno iniziato a manutenere pacchetti. Un grande benvenuto a Frédéric-Emmanuel Picca, Stephen Kitt, Higuchi Daisuke, Alberto Garcia, Sergey B Kirpichev, Roland Dreier, Miguel Colonn, Pietro Monteiro, Boris Dušek e Mahyuddin Susanto nel nostro progetto!

Bollettini di sicurezza importanti

Di recente, il team per la sicurezza di Debian ha diffuso degli avvisi di sicurezza riguardanti, tra gli altri, questi pacchetti: samba, cups, pywebdav, pango1.0, dtc, iceape, subversion, logwatch, nbd, isc-dhcp, proftp-dfsg, iceweasel, icedove, webkit, chromium-browser e wordpress. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Il team del rilascio stabile ha diffuso avvisi di sicurezza per i seguenti pacchetti: clive e tzdata. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Il team volatile ha diffuso avvisi di sicurezza per i seguenti pacchetti: tzdata e clamav. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Si noti, inoltre, che questa è solo una selezione dei bollettini di sicurezza più importanti delle ultime settimane. Per essere costantemente aggiornati circa gli avvisi di sicurezza rilasciati dal team per la sicurezza, è necessario iscriversi alla mailing list degli annunci di sicurezza (e, separatamente, alla mailing list dei backport, alla mailing list degli aggiornamenti della distribuzione stabile o alla mailing list volatile, per Lenny, la precedente distribuzione stabile).

Pacchetti nuovi e degni di nota

Tra gli altri, i pacchetti seguenti sono stati aggiunti recentemente all'archivio di Debian:

Pacchetti che necessitano di lavoro

Al momento, 329 pacchetti sono orfani e 144 possono essere adottati. È possibile anche consultare la lista completa dei pacchetti che hanno bisogno di aiuto.

Vuoi continuare a leggere la DPN?

Aiutaci a creare questa newsletter: abbiamo bisogno di altri scrittori volontari che osservino la comunità Debian e ci facciano sapere cosa sta succedendo. Visita la pagina del progetto per sapere come contribuire. Non vediamo l'ora di ricevere una tua email alla mailing list debian-publicity@lists.debian.org.


Per ricevere ogni due settimane nella propria casella di posta elettronica il notiziario, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Project News sono Hector Oron, Francesca Ciceri, Jeremiah C. Foster e Alexander Reichle-Schmehl.
Traduzione di Mark Caglienzi.