Debian Project News - 14 Dicembre 2011

Benvenuti al quindicesimo numero di quest'anno della DPN, la newsletter della comunità Debian. In questa edizione troviamo:

Il team publicity in cerca di volontari

Come forse avete notato, è passato molto tempo dall'ultima edizione di Debian Project News. Ed è proprio per garantire una maggiore regolarità nell'uscita di DPN, oltre che per espandere le sue altre attività che il team Publicity di Debian è in cerca di nuovi collaboratori. Hai sempre voluto aiutare Debian, ma tutti i programmi a cui sei interessato sono già pacchettizzati? Oppure, magari non ti consideri un esperto di informatica? Sei capace di scrivere in inglese? Perfetto! Hai mai preso in considerazione l'idea di unirti al team Publicity? Inoltre, se sei già un membro di Debian, il team Press è in cerca di aiuto.

Rimozione di sun-java6 dall'archivio

Il rilascio dell'aggiornamento numero 29 di Java da parte di Oracle non è solo un aggiornamento di sicurezza, ma ha portato con sé anche un cambiamento nella licenza, rendendo così impossibile per Debian la distribuzione di JVM nei repository non-free. Infatti è stata rimossa dalla licenza proprio la clausola che consentiva a Debian di distribuire Java, nota come DLJ. Di conseguenza, il pacchetto sun-java6 non può più essere presente nell'archivio, ed è stato rimosso, come documentato nel bug Debian numero #646524. Sylvestre Ledru suggerisce di migrare le installazioni di sun-java6 a openjdk, l'alternativa a sorgente aperto, mediante questo comando: apt-get --purge remove sun-java6-jre && apt-get install openjdk-7-jre. Kai Wasserbäch ha segnalato che questo metodo per l'aggiornamento potrebbe non essere adatto a tutti i programmi Java e che bisognerebbe prestare particolare attenzione testando con OpenJDK le applicazioni Java installate.

Rinascita del team Debian di pacchettizzazione SDL

Di recente, il team di pacchettizzazione di SDL è tornato nuovamente ad essere attivo, grazie alla riorganizzazione operata da Dominique Dumont e all'arrivo nel team di Manuel A. Fernandez Montecelo. La pacchettizzazione avverrà d'ora in poi mediante Git per facilitare la collaborazione e gli sviluppatori che già mantengono dei pacchetti relativi ad SDL ma che ancora non sono nel repository del team sono stati invitati ad aggiungervi i loro pacchetti. Inoltre è stato risolto un gran numero di vecchi bug, mentre i nuovi pacchetti SDL 1.3 e sdl-perl sono stati caricati su experimental. SDL 1.3 fornisce il supporto per le più recenti API OpenGL, miglioramenti per l'input come il supporto ai dispositivi per il multi-tocco, i gesti e il ritorno di forza, un migliore supporto a Unicode e il supporto per finestre e schermi multipli.

Notizie dal DPL

Stefano Zacchiroli ha inviato le sue mail Pillole dal DPL di ottobre e novembre. Nelle mail Stefano segnala che il New Maintainer Process è stato rinominato New Member Process e che un elenco di hack facili è un modo molto efficace di attrarre nuovi collaboratori verso i team, oltre a far notare che Ubuntu sta pianificando di abbandondare la propria piattaforma di revisione dei pacchetti (REVU) nell'ottica di convergere su mentors.debian.net. Questo richiederà alcuni cambiamenti in Debexpo e anche un maggior numero di pacchetti sponsorizzati dai membri di Debian. Stefano ha poi approvato i fondi per il recente sprint del team Video di DebConf insieme a nuovo hardware per lists.debian.org e ftp.debian.org, che è arrivato e verrà presto configurato dagli amministratori di sistema Debian (DSA). Segnala poi che Fathi Boudra ha rappresentato Debian al Software Freedom Day in Algeria. Tra le attività relative alla protezione del marchio Debian, Stefano segnala che è entrato in contatto con qualcuno che possa aiutare nelle indagini relative al marchio, mentre sta ancora cercando pareri legali su come le leggi sulla protezione del marchio si possano applicare alle attività di pacchettizzazione Debian; sempre a questo proposito Stefano ha avviato una discussione sulla relazione tra le DFSG e la protezione del copyright. Infine, sta lavorando su una dichiarazione che renda esplicita la posizione di Debian in merito alla questione dei brevetti sul software. L'OSI ha invitato il progetto Debian al proprio futuro programma di affiliazione. Vi sono poi degli sforzi in atto per far sì che il progetto Debian diventi membro dei forum dei programmi ISC che distribuisce. Stefano per finire ha ricordato che sta cercando di creare un forum di discussione per le aziende che hanno un interesse strategico in Debian.

Ubuntu ringrazia Debian

Come parte del recente Community Appreciation Day di Ubuntu, Michael Hall ha inviato a Debian un messaggio di ringraziamenti, in cui scrive che Senza di voi, non saremmo in grado di fare ciò che facciamo. Ubuntu è grande perché Debian è grande, e apprezziamo tutto il lavoro che la rende ciò che è. Michael entrerà a far parte del Community Team di Canonical, che si occupa dei progetti che sono upstream per Ubuntu.

Mini-DebConf in India, edizione di Mangalore

Christian Perrier ha scritto un resoconto sulla sua partecipazione alla mini-DebConf di Mangalore, nel sud-ovest dell'India. La conferenza si è tenuta al Nitte MahaLinga Adyanthaya Memorial Institute of Technology ed è stata organizzata da Vasudev Kamath e da un gruppo di studenti di informatica dell'università, con l'aiuto del personale, compreso il preside Dr. S. Y. Kulakarni. Christian ha aperto la conferenza con un discorso introduttivo sul progetto Debian, su come contribuire e con varie informazioni riguardanti la localizzazione e l'internazionalizzazione. Successivamente Jonas Smedegaard ha tenuto un intervento riguardante i Debian Pure Blends, sottolineando come le distribuzioni derivate possano lavorare all'interno di Debian piuttosto che rimanerne al di fuori. Questo intervento di Jonas fa parte di una serie di conferenze in giro per l'Asia, volte a promuovere Debian e i Debian Pure Blends. Durante il secondo giorno della conferenza hanno avuto luogo sessioni pratiche su localizzazione, pacchettizzazione, uso delle chiavi OpenPGP e su altri modi di contribuire a Debian. L'evento è stato seguito da una delle più importanti testate dell'India, The Hindu. Eventi come questi sono vitali per le comunità locali: la partecipazione di ospiti internazionali, infatti, attira l'attenzione ed è estremamente apprezzata dalla comunità locale.

Nuovo mirror in El Salvador

Il team dei mirror Debian è lieto di annunciare la creazione del primo mirror in El Salvador, sponsorizzato dal Ministero della Sanità, con l'aiuto di René Mayorga e Carlos Juan Martín Pérez. Gli utenti salvadoregni di Debian sono invitati ad aggiornare i loro file /etc/apt/sources.list aggiungendovi il nuovo mirror ftp.sv.debian.org. Carlos Juan Martín Pérez ha detto:Per noi del Ministero della Sanità, e come membri della comunità salvadoregna del software libero, è un onore entrare a far parte della grande famiglia Debian. È disponibile online un elenco completo dei mirror per gli altri paesi. Ci sono ancora molti paesi privi di una buona connettività a un mirror Debian: gli sponsor interessati ad ospitarne uno possono contattare il team dei mirror.

I manutentori di Debexpo cercano volontari

Discutendo della potenziale integrazione dei team di pacchettizzatori in Debexpo, il programma su cui gira il servizio mentors.debian.net, Arno Töll ha inoltrato una richiesta di collaboratori, dal momento che gli attuali membri del team sono molto occupati.

Debexpo è mantenuto come progetto Alioth.

Iniziata la maratona di bug squashing party

Come accaduto per i precedenti rilasci di Debian, è iniziata una maratona di bug squashing party (BSP) tra BSP contemporanei tenutisi a Hildesheim, in Germania e Portland, Oregon, negli Stati Uniti. Mentre in Germania ci si è concentrati sul risolvere i bug Release Critical, negli Stati Uniti la priorità è stata data alla creazione di patch multiarchitettura per diverse librerie.

Entrambi i BSP hanno avuto un discreto successo. A Hildesheim sono stati risolti 60 bug Release Critical e sono stati apportati vari miglioramenti all'archivio dei pacchetti, mentre a Portland sono state create ben 14 patch multiarchitettura! Inoltre è stata scritta una guida su come preparare un'istanza cloud per i bug squashing party.

I prossimi bug squashing party a Mönchengladbach, in Germania (a gennaio o febbraio) e a Parigi, in Francia (dal 17 al 19 febbraio) sono già organizzati. Nel wiki di Debian si possono trovare varie informazioni su come organizzare un BSP: dovreste prendere in considerazione l'idea di organizzarne uno!

Debian intende ringraziare Pengutronix (per il BSP di Hildesheim) e PuppetLabs (per il BSP di Portland) per il loro supporto nell'organizzazione di questi due eventi.

Richiesta di relatori per FOSDEM 2012

Wouter Verhelst ha inviato una richiesta di interventi per la stanza degli sviluppatori di distribuzioni all'imminente FOSDEM 2012, il Free and Open Source Software Developers' European Meeting. FOSDEM avrà luogo a Bruxelles, in Belgio ai primi di febbraio 2012. Le proposte possono riguardare un ampio spettro di cose tra cui interventi, sessioni BoF e tavole rotonde. Due stanze per sviluppatori inter-distribuzione saranno dedicate a sviluppatori che contribuiscono ad una delle distribuzioni partecipanti, e potranno quindi avervi luogo sessioni riguardanti argomenti specifici di Debian o comunque rivolte solamente a sviluppatori Debian.

Nuovo buildd s390 al Karlsruhe Institute of Technology

Philipp Kern ha annunciato che zemlinsky, un nuovo buildd Debian ospitato al Karlsruhe Institute of Technology, è disponibile per supportare i port s390(x). Grazie a questo nuovo host, s390x sta progredendo piuttosto velocemente: questa nuova macchina è una delle ragioni per questa rapidità.

Altre interviste

Sono state pubblicate altre 3 interviste della serie People behind Debian: con Raphaël Hertzog, manutentore di dpkg e autore di libri; con Mark Shuttleworth, fondatore di Ubuntu e con Stefano Zacchiroli, Debian Project Leader.

Stefano Zacchiroli è stato intervistato anche da Karen Sandler nell'oggcast FaiF, da Amber Granger durante l'Ubuntu Developer Summit e da Lici.it (originale in italiano). Inoltre il team NeuroDebian è stato intervistato da FLOSS for Science.

Nuovi contributori Debian

Dall'ultimo rilascio di Debian Project News, 4 persone sono state accettate come Debian Developer, altre 13 sono state accettate come Debian Maintainer e 25 hanno iniziato a manutenere pacchetti. Un grande benvenuto a Nicholas Breen, Vincent Legout, Antoine Beaupré, Gergely Nagy, Wolodja Wentland, Vasudev Kamath, Matthias Klumpp, José Manuel Santamaría Lema, Floris Bruynooghe, Cédric Boutillier, Christophe Trophime, Tobias Hansen, Nicolas Dandrimont, Simone Rosetto, Jonas Genannt, Laszlo Kajan, James Page, Mikolaj Izdebski, Félix Arreola Rodríguez, Henry Velez, Gastón Ramos, Stephen M. Webb, Miguel de Val Borro, Simon Chopin, Paolo Greppi, B. Clausius, Mateusz Kijowski, José Luis Segura Lucas, Marcin Kulisz (kuLa), Teus Benschop, Ole Streicher, Paolo Rotolo, Martin Erik Werner, Raoul Gunnar Borenius, Geoffrey Thomas, Alkis Georgopoulos, Jerome Kieffer, Christopher Gervais, Håkon Nessjøen, David Stone, Nicolas Bourdaud e Mathias Ertl nel nostro progetto!

Statistiche sui bug critici per il rilascio nella prossima versione di Debian

Secondo l'interfaccia di ricerca dei bug di Ultimate Debian Database, la prossima versione di Debian 7.0 Wheezy è al momento affetta da 1005 bug critici per il rilascio. Se si ignorano i bug facilmente risolvibili o in via di risoluzione, rimangono approssimativamente 849 bug critici da risolvere affinché sia possibile il rilascio.

È anche disponibile una statistica più dettagliata, così come alcuni suggerimenti su come interpretare questi numeri.

Bollettini di sicurezza importanti

Moritz Muehlenhoff ha ricordato agli utenti che il supporto di sicurezza per Debian GNU/Linux 5.0 Lenny terminerà il 6 febbraio 2012.

Di recente, il team per la sicurezza di Debian ha diffuso degli avvisi di sicurezza riguardanti, tra gli altri, questi pacchetti: moodle, nss, ffmpeg, postgresql, iceweasel, iceape, openssl, python-django-piston, icedove, proftpd-dfsg, bind9, spip, freetype, systemtap, wireshark, puppet, ldns, cups, clearsilver, openjdk-6, evince, openjdk-6 (per Lenny), mojarra, chasen e acpid. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Il team backport ha diffuso avvisi di sicurezza per i seguenti pacchetti: libvirt, libreoffice, puppet, iceweasel, openssl, apache2, libsndfile e nss. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Il team del rilascio stabile ha diffuso annunci di aggiornamento per il pacchetto linux-2.6. Si consiglia di leggerli attentamente e prendere le misure adeguate.

Si noti, inoltre, che questa è solo una selezione dei bollettini di sicurezza più importanti delle ultime settimane. Per essere costantemente aggiornati sugli avvisi di sicurezza rilasciati dal team per la sicurezza, è necessario iscriversi alla mailing list degli annunci di sicurezza (e, separatamente, alla mailing list backport, alla mailing list degli aggiornamenti della distribuzione stabile o alla mailing list volatile per Lenny, la precedente distribuzione stabile).

Pacchetti nuovi e degni di nota

761 pacchetti sono stati aggiunti recentemente all'archivio di Debian. Tra gli altri:

Pacchetti che necessitano di lavoro

Al momento, 392 pacchetti sono orfani e 143 possono essere adottati; è possibile anche consultare la lista completa dei pacchetti che hanno bisogno di aiuto.

Vuoi continuare a leggere la DPN?

Aiutaci a creare questa newsletter: abbiamo bisogno di altri scrittori volontari che osservino la comunità Debian e ci facciano sapere cosa sta succedendo. Visita la pagina del progetto per sapere come contribuire. Non vediamo l'ora di ricevere una tua email alla mailing list debian-publicity@lists.debian.org.


Per ricevere ogni due settimane nella propria casella di posta elettronica il notiziario, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Project News sono Simon Chopin, Sam Hocevar, Simon Paillard, David Prévot, Alexander Reichle-Schmehl, Alexander Reshetov, Paul Tagliamonte, Justin B Rye e Paul Wise.
Traduzione di Francesca Ciceri.