Presentata la versione Dzongkha di Debian GNU/Linux 3.1

19 Luglio 2006

Il ministro delle Comunicazioni e dell'Informazione del governo reale del Bhutan, Lyonpo Leki Dorji, ha presentato DzongkhaLinux, una distribuzione GNU/Linux interamente localizzata e basata su Debian GNU/Linux 3.1. Questo è il primo sistema operativo che supporta completamente la lingua nazionale a sviluppato in Bhutan.

Il dipartimento di tecnologia dell'informazione del Bhutan ha scelto Debian per l'elevata versatilità ed affidabilità ma anche per la garanzia di rimanere sempre software libero al 100%. Gli sviluppatori di DzongkhaLinux hanno già inviato le loro traduzioni e i loro programmi (serie complete di caratteri, metodi di input, ecc.) sia a Debian che alle varie applicazioni per l'utente finale, quali GNOME, OpenOffice.org e Mozilla.

Lo sviluppo di DzongkhaLinux è stato sostenuto dal centro internazionale di ricerca e sviluppo, dal Canada e dal progetto di PANl10n, che mira a potenziare l'uso localizzato dei computer in parecchi paesi asiatici. Il sistema consiste di un CD che può essere installato o utilizzato come sistema live.

Le recenti leggi nel paese hanno rafforzato l'uso della lingua nazionale in tutti gli eventi ufficiali e in tutta la comunicazione ufficiale. DzongkhaLinux è la prima occasione per l'intera popolazione del Bhutan di entrare nell'era delle informazioni e delle comunicazioni usando la propria lingua.

Sul Bhutan

Il regno del Bhutan è una nazione nel sud dell'aasia senza sbocchi sul mare situata fra India, Tibet e Repubblica Popolare Cinese; spesso è descritto come l'ultimo esempio sopravvivente della cultura buddista himalaiana tradizionale. La lingua ufficiale è Dzongkha, una lingua dalla famiglia Sino-Tibetana. Il Bhutan si impegna molto per la conservarzione della propria coltura e delle proprie tradizioni locali.

Su Debian

Debian GNU/Linux è un sistema operativo libero, sviluppato da circa un migliaio di volontari di tutte le parti del mondo, che collaborano tramite Internet. La dedizione al software libero di Debian, la sua natura «non-profit» e il suo modello aperto di sviluppo la rendono unica tra le altre distribuzioni Linux.

I punti di forza del Progetto Debian sono la base di volontariato, la dedizione al Contratto Sociale Debian e la volontà di fornire il miglior sistema operativo possibile.

Riferimenti

Come contattarci

Per maggiori informazioni si vedano le pagine web Debian su http://www.debian.org/ o si mandi un email a <press@debian.org>.