Versioni di Debian

Debian contiene sempre almeno tre versioni che sono mantenute in maniera attiva: stable (stabile), testing (in fase di test) e unstable (non stabile).

stable

La distribuzione stable contiene l'ultima versione ufficialmente rilasciata di Debian.

È quella che deve essere usata per gli ambienti di produzione, quella che raccomandiamo di usare.

L'attuale distribuzione stable di Debian è la versione 10 ed è chiamata buster. La versione iniziale 10 è stata rilasciata il 6 Luglio 2019 e l'ultimo aggiornamento, versione 10.0, è stato rilasciato il 6 Luglio 2019.

testing

La distribuzione testing contiene i pacchetti che non sono ancora stati accettati nella stable ma che sono nella coda per il passaggio. Il maggior vantaggio nell'utilizzare questa distribuzione è che include versioni più aggiornate del software.

Si veda la Debian FAQ per maggiori informazioni su cosa sia testing e come diventa stable.

L'attuale distribuzione testing è chiamata bullseye.

unstable

La distribuzione unstable è quella in cui si sta portando avanti lo sviluppo di Debian. Di norma, questa distribuzione è usata dagli sviluppatori che amano avere sempre tutto aggiornato. Si raccomanda agli utenti che utilizzano unstable di sottoscrivere la lista di messaggi debian-devel-announce per ricevere le notifiche delle principali modifiche, per esempio degli aggiornamenti che potrebbero creare dei problemi.

La versione unstable è sempre chiamata sid.

Ciclo di vita dei rilasci

Debian annuncia il nuovo rilascio stabile a cadenza regolare. Gli utenti possono aspettarsi di avere 3 anni di supporto completo per ciascun rilascio oltre 2 anni di supporto LTS aggiuntivo.

Nelle pagine wiki dei Rilasci Debian e Debian LTS sono disponibili informazioni dettagliate.

Indice dei rilasci

Le pagine web per le vecchie versioni sono mantenute online intatte, ma la release è mantenuta in un archivio separato.

Si veda la Debian FAQ per una spiegazione dell'origine dei nomi in codice.

Integrità dei dati in un rilascio

L'integrità dei dati è assicurata da un file Release che viene elettronicamente firmato. Per assicurarsi che tutti i file di un rilascio vi siano inclusi, viene copiata il checksum dei vari file Packages all'interno del file Release.

Le firme digitali di questo file sono incluse in un file chiamato Release.gpg, che usa la versione corrente della chiave per la firma dell'archivio. Per stable e oldstable esiste una firma aggiuntiva creata usando una chiave speciale generata appositamente per il rilascio da un membro dello Stable Release Team.