Notizie settimanali Debian - 7 Dicembre 2004

Benvenuti al quarantottesimo numero di quest'anno di DWN, il notiziario settimanale per la comunità Debian. Frank Ronneburg ha aggiornato il suo libro su Debian per coprire il prossimo rilascio di sarge e lo presenterà il quattordici Dicembre a Berlino, in Germania. Europcar ha cambiato millecinquecento computer nelle filiali a thin client basati su Debian e sta spostando altre tremilacinquecento macchine nella sede centrale a GNU/Linux.

Hot Babe ed i non-US? After Thibaut Varene ha dichiarato la propria intenzione di pacchettizzare hot babe, un piccolo applicativo che mostra diverse immagini (di una ragazza disegnata) che dipendono dalla temperatura della CPU. E' subito iniziata una discussione su quali pacchetti possano far parte di Debian. E' montata la questione di come gestire pacchetti che possano risultare illegali in taluni stati. Paul Hampson si è chiesto se non si potesse riattivare l'elenco non-US per quei pacchetti.

Ulteriore aggiornamento della data di rilascio di sarge. Andreas Barth ha inviato entro un altro rapporto sullo stato dell'avanzamento del rilascio di sarge. Ha informato che GNOME 2.8 è stato accettato mentre KDE 3.3 ha problemi ancora da risolvere prima di poter parlare della sua inserzione. Il principale ostacolo del rilascio sono ancora le carenze dell'infrastruttura.

Elenco dei pacchetti via LDAP. Sean Finney ha affermato di aver lavorato all'implementazione di una struttura alternativa dell'elenco di pacchetti impiegando il Lightweight Directory Access Protocol (LDAP). Applicando filtri di ricerca sulle date di emissione potrebbe eseguire gli aggiornamenti degli elenchi di pacchetti un po' più velocemente, ma apt è attualmente progettato presumendo che prelevi la lista dei pacchetti allo stesso modo in cui lo fa con i pacchetti stessi .

Esiste davvero un problema sarge? Joe 'Zonker' Brockmeier si è chiesto se importi realmente se o quando Debian rilasci la distribuzione di sarge come rilascio ufficiale. Ha aggiunto che la data del rilascio ufficiale non significa davvero nulla, poichè sarge è già largamente in uso. Pone l'accento su una delle cose migliori del Free Software che è l'immediata affidabilità. Andreas Barth ha risposto.

URL prevedibile via DHCP. Joey Hess ha dato notizia che lo spazio per il parametro di boot del kernel è troppo limitato su HPPA per fornire un URL prevedibile per Debconf ed il debian-installer. Steve Langasek ha aggiunto che il server DHCP è in grado di distinguere tra le classi che potrebbero rendere possibile sovraccaricare un'opzione comune.

Nuovo ramo di sviluppo per il Debian-Installer. Joey Hess ha annunciato di avere creato uno speciale ramo di sviluppo per il debian-installer che sarge impiegherà. Il tronco principale è adesso aperto per le modifiche del dopo sarge. Vale a dire che l'installer per sarge è più o meno congelato. Christian Perrier ha inoltre sollecitato gli sviluppatori ad evitare cambi di sequenza.

Alternative per su-a-root? Grant Diffey ha proposto di impiegare meccanismi alternativi per i programmi che forniscano la funzionalità su-a-root. Nikita Youshchenko ha affermato che i programmi da lui elencati fanno cose diverse. Wouter Verhelst ha pure aggiunto che il fatto che gksu venga usato dal menu di sistema in luogo di gksudo, significa che non si può convenientemente usare sudo negli ambienti grafici.

Trovare un migliore processo di rilascio. Lex Hider ha iniziato una discussione circa le alternative all'attuale processo di rilascio di Debian che induce commenti su cosa significhi attualmente stabile, la dimensione di Debian e la crescente complessità dell'albero delle dipendenze. Joey Hess ha a tal proposito creato una pagina wiki per discutere delle proposte di rilascio e degli attuali colli di bottiglia.

Dipendenze virtuali di pacchetti. Daniel Burrows ha ricordato agli altri sviluppatori il modo corretto per aggiungere una dipendenza (o raccomandazione) ad un pacchetto completamente virtuale. Ha sottolineato che potrebbe essere proposta una dipendenza OR con un pacchetto reale quanto fare in modo che apt-get non installi un pacchetto a caso che soddisfi le dipendenze che possa trovarsi in un gruppo di pacchetti che nè l'utente nè il manutentore intendevano installare.

Codifica dei caratteri nel file control. Peter Samuelson si è accorto che la maggior parte dei caratteri non-ASCII nel file control sono codificati UTF-8. Comunque alcuni caratteri non lo sono ma il regolamento parla della codifica dei caratteri solo per i file changelog. Denis Barbier ha scelto correzioni manuali invece di passare semplicemente le linee in questione attraverso iconv.

Aggiormamenti per la sicurezza. Sapete com'è la musica. Accertatevi di aver aggiornato il vostro sistema se avete qualcuno dei seguenti pacchetti installato.

Pacchetti nuovi o degni di nota. I seguenti pacchetti sono stati aggiunti all'archivio unstable Debian recentemente o contengon aggiornamenti importanti.

Pacchetti rimasti orfani. Due pacchetti sono rimasti orfani questa settimana e richiedono un nuovo manutentore. Ciò comporta un totale di duecentoventiquattro pacchetti orfani. Ringraziamenti ai manutentori precedenti che hanno dato il loro contributo alla comunità del Free Software. Date un'occhiata alle pagine WNPP per l'elenco completo ed aggiungete un appunto al bug report e reintitolatelo ad ITA: se pensate di adottare un pacchetto.

Volete continuare a leggere DWN? Aiutateci a creare questo notiziario. Servono ancora più scrittori volontari per osservare il mondo Debian ed informare su cosa stia accadendo. Date un'occhiata alla contributing page per scoprire come essere d'aiuto. Ci aspettiamo di ricevere la vostra posta presso dwn@debian.org.


Per ricevere le notizie settimanali al tuo indirizzo di posta elettronica, iscriversi alla lista di messaggi debian-news.

Sono disponibili edizioni precedenti di queste raccolte settimanali.

Redattori di questo numero di Debian Weekly News sono Adrian von Bidder, Alexander Schmehl, Martin Zobel-Helas, Ifor Gaukroger and Martin 'Joey' Schulze.
Traduzione di Daniele Venzano and Giuliano Bordonaro.